A Barcellona sotto il diluvio la WorldSBK ha visto un dominio Ducati con Scott Redding a vincere davanti ad Axel Bassani e Michael Rubén Rinaldi. Un mondiale che si riapre soprattutto a causa dello zero di Toprak Razgatlioglu fermato da un guasto della sua R1. Deve accontentarsi del quarto posto Jonathan Rea, veloce nella prima parte di gara ma crollato nel finale.

FESTA DUCATI A BARCELLONA

Nella giornata in cui a Misano Pecco Bagnaia e Jack Miller hanno monopolizzato la prima fila MotoGP. A Montmelò nel WorldSBK Ducati ha monopolizzato il podio di gara1 con Scott Redding che torna alla vittoria. Sul podio con l’inglese due piloti italiani con Axel Bassani al primo podio in WorldSBK al debutto e Michael Rubén Rinaldi che torna sul podio dal secondo posto di Most.

Per Axel una gara incredibile sempre nelle prime posizioni con Jonathan Rea e Toprak Razgatlioglu. Almeno fino a quando la moto del turco non ha tradito il pupillo di Kenan Sofuoglu. Il pilota bellunese, nostro ospite martedì scorso a Motorbike Circus, espertissimo del bagnato dove già nel CIV conquistò due podi con una Yamaha lontana dall’essere a livello delle Ducati e delle BMW. Gara di rincorsa per Scott Redding che scattato male è rimasto chiuso nel gruppo in decima posizione fino a metà gara. Quando a metà gara si è liberato di Leon Haslam ha cambiato nettamente passo riprendendo i primi e portandosi in testa a tre passaggi dal termine.

REA FORTUNATO

In un mondiale combattutissimo lo zero di Toprak Razgatlioglu sarebbe potuto costare caro al pilota turco. La super prestazione Ducati ha aiutato il pilota Yamaha relegando Jonathan Rea solo alla quarta piazza. Tredici punti guadagnati che lo riportano in testa al mondiale per sei punti. Quarta piazza per Michael Van der Mark con la BMW M1000RR. L’olandese ha lottato fino all’ultimo giro con Rea per la quarta piazza. Sesta piazza per Alex Lowes con la seconda Kawasaki, miglior pilota Honda Leon Haslam che si tiene dietro Tom Sykes ed il compagno di squadra Alvaro Bautista. Chiude la top10 Chaz Davies con la quarta Ducati nei dieci.

Mathias Cantarini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.