Venerdì 17 novembre 2017: una data che i più superstiziosi avrebbero volentieri evitato. Ma la giornata si è invece rivelata memorabile per Pietro Fittipaldi, il quale si è laureato campione della World Series Formula V8 3.5 al termine di gara-1 in Bahrain. Nonostante l'amarezza legata all'ultimo weekend della serie a ruote scoperte (che ha annunciato la chiusura dei battenti a partire dal 2018), il brasiliano nipote d'arte è entrato nella storia, iscrivendo il proprio nome nell'albo d'oro: gli è bastato un secondo posto in gara-1, dietro al rookie Henrique Chaves, che si è portato a casa la vittoria.

 

Dalla parte del neo-campione anche un pizzico di fortuna, a causa dell’assenza del rivale Egor Orudzhev, assente per motivi di salute e di Matevos Isaakyan, ripartito dal fondo dopo aver stallato nel giro di formazione.  

Cronaca. Allo start del giro di formazione Matevos Isaakyan rimaneva fermo sulla propria casella, rientrando in pit-lane. Alla prima curva il rookie Henrique Chaves scattava davanti a tutti, seguito da Pietro Fittipaldi. I tre piloti del team RP Motorsport, Roy Nissany, Yu Kanamaru e Tatiana Calderon, battagliavano fin dalla prima curva per guadagnare il terzo posto e a spuntarla era l’israeliano, davanti al giapponese e alla colombiana. Fittipaldi non esitava ad infastidire il leader della gara, che però chiudeva tutte le porte, rimanendo in testa. Poco più indietro Binder attaccava la Calderon, salendo in quinta piazza. Dopo alcune tornate Chaves faceva segnare il giro più rapido, intanto Binder proseguiva la propria rimonta salendo in quarta piazza, ai danni di Kanamaru. Poco dopo Isaakyan rientrava in pista con alcuni giri di ritardo sugli avversari. Nella foga di riprendersi la posizione, Kanamaru urtava Binder, con l’austriaco che forava la gomma precipitando in nona piazza, prima di rientrare in pit-lane proprio all’ultimo giro. Tagliava per primo il traguardo il portoghese Chaves, davanti al nuovo campione Fittipaldi e a Nissany. 

Dopo questo round si conferma al vertice Pietro Fittipaldi con 241 punti, seguito da Matevos Isaakyan, fermo a 213; a seguire, il messicano test driver della scuderia Force India, Alfonso Celis, che sale al terzo posto (a quota 200 punti) davanti a Orudzhev (con 198 punti), poi Roy Nissany e Renè Binder (con 189 e 176 punti). Brillante debutto anche per la test driver della Sauber, la colombiana Tatiana Calderon, che ha chiuso la corsa d’esordio in quinta posizione.

Il via di gara-2 è in programma dalle ore 12:00 italiane, con live streaming sul canale ufficiale YouTube della serie. 

Giulia Scalerandi

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.