Tutto pronto per il test ufficiale della 24 ore di Le Mans in programma domenica 2 giugno,  obbligatorio per tutti i partecipanti (ognuno deve svolgere almeno 10 giri) e buona occasione per presentare le livree che li distingueranno nell’endurance più famosa al mondo.




Mancano ormai due settimane alla gara e tutto prende sempre più forma. Ci saranno ritocchi alle decorazioni delle Porsche 911 RSR ufficiali per festeggiare la conquista anticipata del campionato mondiale WEC 2018/2019 nella classe GTE Pro: le superfici rosse delle due Porsche 911 RSR avranno una finitura dorata, mentre il tetto sfoggerà il logo di campione del mondo.

Livree speciali celebrative per l’ultima partecipazione in forma ufficiale della Ford alla classica della Sarthe che vanta, dal 2016, due vittorie su tre edizioni disputate nella classe GTE Pro. Per dare l’addio alla mitica competizione francese in cui erano tornate nel 2016 e per celebrare i 50 anni dalla leggendaria vittoria assoluta delle Ford GT 40 alla Sarthe nel 1966, le quattro Ford GT ufficiali iscritte esibiranno delle livree particolari, ciascuna delle quali rappresenterà uno specifico omaggio alle vetture dell’ovale blu che hanno segnato la storia della 24 ore di Le Mans: livrea nera per ricordare la GT 40 di Bruce McLaren e Chris Amon vincitrice nel 1966, livrea rossa come quella di Dan Gurney ed A.J.Foyt che vinse nel 1967, la livrea blu, bianca e rossa con cui la Ford GT attuale vinse nel 2016 e livrea celeste della GT 40 che arrivò seconda nel 1966.

Anche Kessel per una gara così speciale mostra un vestito adatto per l’occasione, impreziosito da sponsor d’eccezione quali Hublot e Guess. Per l’equipaggio tutto femminile composto da Gostner, Frey e Gatting design di Garage Italia a strisce blu, fucsia e nere per la Ferrari  488 GTE, mentre per la Ferrari di Schiavoni, Piccini (che torna dopo 10 anni) e Pianezzola l’arancione prende il posto del fucsia.

Nel frattempo l’ACO, l’organizzatore della gara, ha diffuso le decisioni sul Balance of Performance nelle classi GT. Le Ford GT avranno un aumento del peso di 12 Kg (quindi totale 1.287 Kg), le BMW M8 aumenteranno di 9 Kg (1.280 Kg), le Corvette 7 Kg (1.242 Kg), le Porsche 2 Kg (1.271 Kg). E’ prevista una diminuzione invece per le Ferrari 488 GTE (-7 Kg, 1.284 in totale) e le Aston Martin Vantage (-7 Kg, 1.251). Per quanto concerne la pressione di sovralimentazione del turbo, BMW dovrà ridurla di 0,05 bar, mentre Ferrari e Ford potranno aumentarla di 0,01 bar.

Dopo la giornata di test e, a seguire, le qualifiche del 12 e 13 giugno, i provvedimenti potranno essere modificati.

Occhi puntati quindi, per addolcire l’attesa di due settimane, fino al 15 e 16 giugno, giorni nei quali sventolerà la bandiera che darà il via alla 87esima edizione della 24 ore di Le Mans.

Anna Mangione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.