Il Mondiale Endurance è entrato in azione nel Tempio della Velocità di Monza per il Prologo 2017. Dopo le prime tre ore andate in scena sul tracciato brianzolo, tutte e quattro le LMP1 ufficiali hanno terminato la prima sessione di test racchiuse in meno di un secondo. Primo posto per la Porsche di Jani, Lotterer e Tandy. Tra le LMP2 svetta la Rebellion Racing di Senna e Canal, mentre in GTE è dominio Porsche, al vertice nella classifica dei tempi sia in Pro che in Am.

La prima sessione del Prologo di Monza ha dato il via libera ai vari team per effettuare le necessarie prove in vista dell’inizio della stagione, con il tracciato brianzolo che rappresenta un banco di prova particolarmente interessante, rispecchiando per certi versi le caratteristiche del circuito di Le Mans. Non a caso, sia Toyota sia Porsche hanno portato in pista la configurazione a basso carico aerodinamico.

Nella prima ora è stata la TS050 a portarsi in prima posizione con la #8, mentre nella seconda ora ad issarsi al vertice è stata la Porsche #1. L’unica della classe non ibrida, la CLM P1/01-Nissan del ByKolles Racing, è rimasta per tutta la sessione ai box per cause ancora da specificare.

Tra le LMP2 da segnalare l’ottimo passo della Rebellion Racing, mentre in GTE Pro la nuova Porsche 911 RSR ha messo in riga tutti, seguita subito dalle Ford. Più staccate Ferrari e Aston Martin. In GTE Am egemonia Porsche con Gulf Racing e Proton Racing. L’equilibrio, specie in LMP1 sembra regnare sovrano, con le quattro auto racchiuse in meno di un secondo.

Continuate a seguire tutti i nostri aggiornamenti dall’Autodromo direttamente attraverso il nostro profilo Twitter @LiveGP.it

#Prologue2017 – Sessione 1:

LMP1: Porsche 919 Hybrid #1 (Porsche LMP Team) – 1:32.068
LMP2: Oreca 07-Gibson #31 (Rebellion Racing) – 1:36.094
GTE Pro: Porsche 911 RSR 2917 #92 (Porsche GT Team) – 1:47.379
GTE Am: Porsche 911 RSR #86 (Gulf Racing) – 1:50.315

Da Monza – Matteo Milani

 

{jcomments on}

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.