Peugeot Porsche
Foto: twitter Peugoet Sport

Peugeot Sport e Porsche Motorsport hanno mostrato al pubblico le proprie auto in vista del ritorno al vertice delle gare di durata. La situazione è ben diversa tra le due case con il marchio francese che tornerà nel FIA World Endurance Championship a partire da quest’anno con le Hypercar, mentre il brand teutonico sarà della partita a partire dal 2023 con le LMDh.

Peugeot in pista ad Aragon, ma salterà Sebring

Iniziamo dai transalpini che dopo una serie di indiscrezioni hanno mostrato la propria 9X8 in pista al MotorLand Aragon. L’impianto iberico ha accolto la nuova hypercar che non sarà al via dell’opening round di Sebring del FIA WEC 2022. 

Jean-Marc Finot, Direttore di Stellantis Motorsport, ha rilasciato in merito alla stampa “Il Team Peugeot TotalEnergies non parteciperà al primo dei sei round che compongono il FIA WEC 2022. La 9X8 farà il suo debutto in gara in base al suo livello di prontezza, affidabilità e competitività”.

Con queste parole slitta di qualche settimana l’esordio nel Mondiale della Peugeot che dovrà recarsi alla 6h di Spa-Francorchamps ad inizio maggio se vorrà gareggiare a Le Mans. Ricordiamo infatti l’obbligo imposto da Frederic Lequien, CEO del WEC che ha preso posizione in merito negli scorsi giorni.

Il condizionale è d’obbligo per Peugeot, non conosciamo molto di una vettura ‘alternativa’ che al momento non presenta nessun profilo al posteriore. Quest’ultima  è la quarta Hypercar iscritta al WEC 2022 dopo Toyota, Glickenhaus ed Alpine.

Posche, Fred Mako scalda i motori della LMDh

Tutto sembra andare secondo i piani, invece, per Porsche che ha mostrato le prime immagini della nuova LMDh che sarà gestita in tutto il mondo con la collaborazione del Team Penske. Il francese Fred Mako ha mosso i primi metri di una vettura che si basa su un telaio Multimatic come accadrà per la ‘gemella’ Audi.

L’esordio di questa vettura è atteso per il 2023 quando nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship e nel Mondiale debutteranno queste speciali auto che hanno richiamato l’attenzione di molti costruttori (Posche, Audi, BMW, Acura, Alpine, Cadillac e di fatto anche Lamborghini).

Il mondo dell’endurance si prepara per una nuova era a meno di una settimana dal via della stagione 2022 con la mitica Rolex 24.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.