6h del COTA

La 6h del COTA 2020 regala molte emozioni ed incorona Rebellion Racing ed Aston Martin, assoluti protagonisti nelle rispettive categorie. Il quinto appuntamento del FIA World Enduracne Championship ci ha offerto una gara a senso unico per quanto riguarda la LMP1. La Rebelion #1 di Senna/Menezes/Nato, oltremodo favorita dall‘EOT, ha approfittato della situazione per gestire la 6h dal primo all’ultimo giro.




I vincitori della 4h di Shanghai, altro evento vinto grazie alla “compensazione” delle prestazioni tra le LMP1, non hanno avuto rivali al Circuit of The Americas, tagliando il traguardo con 51 secondi di vantaggio sulla prima Toyota. Buemi/Nakajima/Hartley #8 precedono la gemella #7 sotto la bandiera a scacchi, accorciando di 3 punti nella classifica del campionato.

United Autosport si conferma al vertice della LMP2 replicando quanto ottenuto nella 8h del Bahrain. Hanson/Albuquerque/Di Resta #22, dopo un piccolo problema all’inizio del formation lap, si sono ripresi alla grande dominando l’ultima parte dell’evento.

Jackie Chan DC Racing con Tung/Stevens/Aubry #37 e JOTA con Gonzalez/Da Costa/Davidson #38 completano il podio, rispettivamente in seconda e terza posizione. Fatica l’Alpine #36 di Negrao/Laurent/Ragues auto in lotta per le posizioni di vertice solo per la prima parte dell’evento, successivamente finita lontano per alcuni problemi tecnici.

6h del COTA, Aston Martin domina in GTE

Vittoria in GTE PRO e doppietta, con team diversi, in GTE Am per Aston Martin. La vettura inglese, rallentata dal BOP dopo le recenti prestazioni in Asia e Bahrain, si conferma al vertice della categoria GT. Il duo danese Thiim/Sorensen #95 allunga in classifica grazie al bellissimo successo in Texas. Dopo la pole, conquistata sulla Porsche di #92, seconda al traguardo, l’Aston Martin #95 ha gestito la prima piazza per tutto l’arco di gara.

Estre/Christensen #92 “vincono” la lotta per il secondo posto dopo una bella battaglia con Ferrari e con l’Aston Martin #97 di Martin/Lynn, quarti al traguardo. Ferrari sigla il podio di classe PRO con Pier Guidi/Calado #51, mentre non abbiamo visto battagliare la Corvette. La vettura #63 di Magnussen/Rockenfeller non è mai entrata in gara. La nuova C8R, impegnata regolarmente nell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship, parteciperà anche alla prova di Sebring e chiaramente alla 24h di Le Mans.

Eastwood/Yoluc/Adam #90 vincono in GTE Am con il team TF Sport, in lotta per tutta la 6h con l’Aston Martin ufficiale di Gunn/Dalla Lana/Turner #98. Per la Vantage AMR #90 si tratta del terzo successo in cinque competizioni che permette di rilanciarsi nella lotta al titolo dopo il ritiro del Bahrain.

Il team Project 1 con Cairoli/Horr/Perfetti #56 completa il podio dopo aver tenuto testa all’attacco della Ferrari #83 di Perrodo/Collard/Nielsen. Gara sottotono per Fraga/Bleekemolen/Keating #57 che si classificano all’ultimo posto dopo aver avuto dei problemi sulla vettura.

Prossimo appuntamento a metà marzo sul tracciato di Sebring, evento in concomitanza con la mitica 12h, valida per l’IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

Leggi anche: FIA WEC | 6 Ore del COTA: Rebellion sigla la pole

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.