La 6 Ore di Spa Francorschamps, seconda prova del Mondiale Endurance in programma questo fine settimana, sarà un ricco aperitivo composto da 34 vetture per la 24 ore di Le Mans, in programma il 18-19 Giugno. Nella Lmp1 gli occhi di tutti sono puntati sulla Audi e sulla Toyota. La casa tedesca cerca la rivincita dopo la squalifica rimediata dopo la vittoria nella 6 ore di Silverstone, mentre la casa giapponese porterà dei nuovi aggiornamenti che si adattano alle caratteristiche del circuito e cercherà di puntare alla vittoria. 

La Porsche vincitrice della prima gara porterà in pista diversi aggiornamenti per prepararsi alla 24 ore di Le Mans. E proprio la casa di Stoccarda è risultata imprendibile nelle qualifiche, piazzando una strepitosa doppietta che conferma i propositi di successo: miglior tempo della #1 portata in pista da Brendon Hartley e Timo Bernhard (1:55.691 per il neozelandese, 1:55.895 per il tedesco) davanti alla vettura gemella di Lieb e Jani, staccata però di ben otto decimi. A seguire (ma a ben 2″ dalla vetta) la prima Toyota, quella di Sarrazin e Kobayashi, la quale ha preceduto di pochi millesimi la R18 di Duval e Jarvis.

Novità anche nella Lmp2, dove la G-Drive ha deciso di schierare una terza vettura: la Gibson-Nissan che sarà gestita da Simon Dolan e che vedrà come piloti anche Giedo van Der Garde e Jake Dennis. In questa classe la pole è andata alla Oreca 05 del team G-Drive, grazie alla performance ottenuta da René Rast e Roman Rusinov.

Attesa battaglia nella classe Gte Pro in cui la Ferrari, chiamata a ripetere la bella prestazione delle 6 Ore di Silverstone, dovrà difendersi dagli attacchi della Ford, vera sorpresa di questo inizio di campionato, senza dimenticare qualche possibile sorpresa da parte di Porsche e Aston Martin. Le qualifiche hanno comunque visto le due 488 GTE monopolizzare la prima fila, con Bird e Rigon che hanno preceduto Bruni e Calado. In questa classe si è anche deciso di intervenire sul Bilance of Perfomance, con l’Aston Martin che ha reso la propria vettura la più leggera in pista con 1213 kg rispetto ai 1243 di Ferrari e Porsche. Un’altra concessione è stata fatta alla Ford per l’allargamento del bocchettone della benzina di 4,5 mm, al fine di poter rendere i propri pit stop più veloci.

La Ferrari dovrà ripetersi anche in Gte-Am per difendere il primo posto in classifica: nel frattempo, in qualifica ha svettato l’Aston Martin di Dalla Lana-Lauda-Lamy davanti alla Rossa di Collard-Perrodo-Aguas.

La gara scatterà domani alle ore 14,30: le scintille sono garantite.

6 ORE SPA FRANCORCHAMPS – SCHIERAMENTO DI PARTENZA (TOP TEN):

11LMP1Timo BERNHARD, Mark WEBBER, Brendon HARTLEYPorsche 919 HybridM1:55.6911:55.89521’55.793 
22LMP1Romain DUMAS, Neel JANI, Marc LIEBPorsche 919 HybridM1:56.2371:56.94321’56.590+0.797
36LMP1Stéphane SARRAZIN, Mike CONWAY, Kamui KOBAYASHIToyota TS050 – HybridM1:57.7781:57.61921’57.698+1.905
48LMP1Lucas DI GRASSI, Loïc DUVAL, Oliver JARVISAudi R18M1:57.4221:58.01021’57.716+1.923
55LMP1Anthony DAVIDSON, Sébastien BUEMI, Kazuki NAKAJIMAToyota TS050 – HybridM1:57.9221:57.57921’57.750+1.957
67LMP1Marcel FÄSSLER, André LOTTERER, Benoît TRÉLUYERAudi R18M1:57.3401:58.49021’57.915+2.122
713LMP1Mathéo TUSCHER, Dominik KRAIHAMER, Alexandre IMPERATORIRebellion R-One – AERD2:01.5342:01.56122’01.547+5.754
812LMP1Nicolas PROST, Nelson PIQUET JR, Nick HEIDFELDRebellion R-One – AERD2:03.0492:01.20422’02.126+6.333
94LMP1Simon TRUMMER, Oliver WEBB, James ROSSITERCLM P1/01 – AERD2:03.3052:03.83722’03.571+7.778
1026LMP2Roman RUSINOV, Nathanaël BERTHON, René RASTOreca 05 – NissanD2:07.9792:06.74822’07.363+11.570

 

Chiara Zaffarano

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.