Toyota alle prime luci dell’alba ancora in testa al comando della 24 Ore di Le Mans
Toyota alle prime luci dell’alba ancora in testa al comando della 24 Ore di Le Mans

Sono arrivate le prime luci dell’alba e a comandare la 24 Ore di Le Mans è ancora una Toyota, la vettura #8 di Nakajima, Buemi e Hartley. A seguire, staccate di due giri, le Rebellion. La LMP2 è ancora appannaggio del team United Autosports. Mentre, come prevedibile, la classe più combattuta è la LMGTE Pro con la Ferrari di AF Corse #51 al comando. Per quanto riguarda la LMGTE Am al primo posto troviamo l’Aston Martin Vantage del TF Sport.

8a – 12a ora

A comandare le operazioni durante le prime fasi di buio della 24 Ore di Le Mans è stata la Toyota #7 con un giro di vantaggio sulla gemella #8 dopo che la TS050, in precedenza, è stata costretta ad una sosta supplementare per problemi ai freni. In LMP2 dimostrazione di forza da parte dello United Autosports, il team diretto da Zak Brown ha piazzato entrambe le vetture al comando. Colpo di scena per il G-Drive costretto prima ad un Drive Through e poi ad una lunga sosta dopo un contatto in pista.

Lotta serrata in LMGTE Pro fra la Ferrari Pier Guidi, Calado e Serra e l’Aston Martin di Martin, Lynn e Tincknell. Fra le due vetture dopo metà gara c’era solamente uno scarto di sei secondi! Sfortunata l’altra rossa con Bird che ha subito una foratura. In LMGTE Am l’Aston Martin ha consolidato ulteriormente la sua leadership, con la comando la Vantage semi-ufficiale seguita da quella del TF Sport.

12a – 16a ora

La notte ha mietuto come vittima la Toyota #7 che è dovuta rientrare ai box per un problema al collettore di scarico. Le riparazioni si sono protratte a lungo favorendo il recupero delle due Rebellion. A salire in cattedra  ci ha pensato la Toyota #8. In LMP2 a comandare i giochi è sempre la United Autosports ma questa volta solamente con la #22, poiché la gemella #32 è stata protagonista di un testacoda, con annessa perdita d’olio, che l’ha fatta scivolare indietro. Così a salire sul podio virtuale sono i team Jota e G-Drive con quest’ultimo protagonista di un formidabile recupero.

Dopo un duello durato tutta la notte a guidare la classifica in LMGTE Pro è l’Aston #97. Secondo posto per la Ferrari #51 poiché nell’ultima sosta i meccanici di AF Corse sono stati costretti a cambiare anche i freni. Anche le altre due posizioni sono formate dal tandem Aston Martin, con la #95, e Ferrari con la #71. In LMGTE Am al vertice è rimasta solamente un’Aston Martin quella del TF Sport, seguita dalla Porsche del Dempsey Proton Racing. Fuori dai giochi per la vittoria l’Aston Martin semi-ufficiale dopo aver accusato un problema alla sospensione.

Leggi anche: WEC | 24H LE MANS, 8A ORA: TOYOTA DOMINA, FERRARI AL TOP NELLA GTE PRO

Michele Montesano

Michele Montesano. Nato a Potenza nel 1989 (l’anno del primo cambio al volante della F1). Da sempre innamorato delle auto e tutto ciò che le riguarda, fin da piccolo leggevo contemporaneamente Topolino e… Autosprint. Visti i miei studi in ingegneria meccanica, adoro la tecnica sia per quanto concerne l’aerodinamica che per il telaio e motore. Ferrarista dalla nascita e Alfista da prima di ottenere la patente di guida. Seguo qualsiasi categoria a quattro ruote e adoro il modellismo. Ho iniziato a scrivere di Motorsport grazie a LiveGP.it e non mi sono più fermato, attualmente collaboro anche con ItaliaRacing.net. Appassionato di nuove tecnologie e stampa 3d sono co-fondatore della Stamperia Clandestina M Lab. Assieme al collega e amico Carlo Luciani sono co-autore del primo libro marchiato LiveGP.it "Veloci più del tempo: I protagonisti italiani del Motorsport dagli albori agli anni ‘70".

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.