Non è stata avara di emozioni la seconda giornata di gare del Tourist Trophy, la celebre corsa su strada in fase di svolgimento sull'Isola di Man. Le prove riservate a Supersport e Superstock hanno infatti visto il doppio trionfo dell'esperto Ian Hutchinson, il quale ha così portato a quota 13 il proprio numero di successi in carriera, superando così in questa speciale classifica il rivale Michael Dunlop, già trionfatore tra le Superbike e ieri giunto in seconda posizione in Supersport.

A fine gara, però, è arrivata la doccia fredda per l’esponente della celebre dinastia da corsa: Dunlop è stato infatti squalificato dai giudici in quanto sulla sua Yamaha R6 è stata riscontrata un’irregolarità tecnica che lo ha privato della piazza d’onore, mentre al pomeriggio (nella gara delle Superstock) la giornata nera del britannico è stata completata dal ritiro che lo ha privato di un possibile piazzamento a podio. Ha potuto così festeggiare Hutchinson, il quale così grazie a questa doppietta si conferma tra i più grandi di sempre al TT: al mattino il 36enne di Bingley ha dominato in sella alla sua Yamaha R6, realizzando il miglior crono nel quarto e conclusivo passaggio alla media di oltre 206 km/h e concludendo sul traguardo con un margine di 14″ nei confronti di Dunlop. Il quale però, complice la squalifica arrivata nel dopo-gara, ha dovuto cedere la seconda posizione a Dean Harrison, mentre James Hillier ha guadagnato il terzo gradino del podio davanti all’idolo locale Conor Cummins e a John McGuinness. Oltre a Dunlop, a subire la squalifica da parte dei giudici è stato anche Rob Hodson, giunto 14° al traguardo, per via di una cilindrata non conforme. 

CLASSIFICA MONSTER ENERGY SUPERSPORT TT1

Nel pomeriggio i protagonisti del Tourist Trophy sono tornati ad affrontare la sfida con i 60.7 km del Mountain Course, registrando come detto un nuovo successo di Ian Hutchinson a bordo della sua BMW 1000cc, il quale ha completato i quattro giri previsti in 1h 09m 47s alla media di 208 km/h. Complice la squalifica di Dunlop nelle Supersport, il podio è stato identico a quello della gara precedente, con Harrison al secondo posto (ma staccato di circa 28″ dal vincitore) e Hillier terzo ma staccato di meno di 2″ da quest’ultimo. A completare la top ten Rutter, Gary Johnson, McGuinness, Cummins, William Dunlop, David Johnson e Mercer, mentre positiva è stata la prova dei piloti italiani: Stefano Bonetti ha chiuso con un’ottima 26° piazza sulla sua Kawasaki, precedendo di poco Marco Pagani (giunto 28°), mentre il rookie Alessandro Polita ha chiuso in 40° posizione. 

CLASSIFICA RL360 QUANTUM SUPERSTOCK TT

Domani si torna in pista per una nuova giornata di gare, che vedrà in azione i protagonisti della Supersport per gara-2, quindi la categoria Lightweight ed infine il TT Zero, prima del gran finale di Venerdì 10.

Marco Privitera

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.