Una giornata ricca di pioggia e spettacolo ha caratterizzato il round conclusivo della stagione 2020 del Trofeo Super Cup, andato in scena sull’Autodromo dell’Umbria di Magione. Il campionato organizzato da Giordano Giovannini, presentatosi all’appuntamento finale con oltre cinquanta iscritti, ha dato vita ad una sequenza di gare entusiasmanti andate in onda in diretta streaming, incoronando al termine del week-end i trionfatori della sesta edizione.

A conquistare il titolo assoluto nella Prima Divisione è stato Sabatino Di Mare (Seat Leon Cup). La certezza matematica del trionfo è arrivata dopo il successo ottenuto in gara-1 davanti ad Alessandro Berton, a sua volta trionfatore nella seconda manche. Giampiero Paparusso è riuscito nell’impresa di cogliere il trionfo nella Seconda Divisione. Il pilota Mitjet ha preceduto per un soffio nella classifica finale Tonino Scocco e Luca Rossetti, quest’ultimo grande protagonista sul circuito di casa. La lotta per il titolo nella RS Challenge si è risolta in favore del pilota umbro Walter Lilli, con le due manche dominate da Silvano Bolzoni. Per quanto riguarda la Superproto Cup i successi sono andati a Claudio Francisci e “Gioga”.

PRIMA DIVISIONE 

La bagarre non è certo mancata nelle due gare del Trofeo Super Cup sul tracciato di Magione. A svettare nella caccia per la pole position è stato Sabatino Di Mare. Il campano ha preceduto per meno di tre decimi il diretto antagonista nella lotta per il titolo Federico Dolci, nel corso di qualifiche svoltesi su asfalto asciutto. La situazione climatica è poi mutata radicalmente l’indomani, con la pioggia a recitare un ruolo da protagonista e una partenza data alle spalle della Safety Car. Il portacolori della Scuderia Vesuvio è riuscito ad aggiudicarsi gara e titolo nella prima manche, precedendo per un soffio la Seat Leon Cup Racer di un mai domo Alessandro Berton. Mauro Trentin (Bolza Corse) ha completato il podio dell’assoluta.

Berton si è poi rifatto ampiamente in gara-2, rendendosi protagonista di una perentoria rimonta nelle fasi iniziali e regalando il secondo successo stagionale al team Six Engineers. Con Di Mare subito nella ghiaia, a completare il podio ci hanno pensato Trentin e Andrea Bacci, al debutto nel Trofeo Super Cup con l’Alfa Romeo Giulietta. Per quanto riguarda le singole classi, Nazareno Compagnoni (Sesa Racing) si è imposto nella 2.0 Special su Alfa 147. Il successo nel campionato è andato al compagno di colori Arturo Pucciarelli per un solo punto. La veloce Luli Del Castello ha celebrato al meglio il proprio esordio sulla Bmw 125 Diesel, cogliendo il successo di classe e un’ottima settima piazza assoluta in gara-2. Nella classe riservata alle Porsche Cayman, Claudio Cappelli ha prevalso nella sfida interna al team Tecnosport, precedendo dapprima Riccardo Bellotti e poi Carmine Alfano.

SECONDA DIVISIONE

Un successo sofferto ma meritato, quello colto da Giampiero Paparusso e la sua Mitjet nella graduatoria della Seconda Divisione. Il pilota della Scuderia Costa Ovest ha prevalso nella classifica finale con un solo punto di vantaggio nei confronti di Tonino Scocco (Peugeot 106) e cinque su Luca Rossetti e Francesco Malvestiti. A svettare nel round di Magione è stata la Mini Cooper del driver perugino, il quale sotto l’acqua ha avuto la meglio nei confronti di Scocco e Calzuola nella prima manche. In gara-2 a conquistare la terza piazza assoluta è stata l’altra Citroen Saxo di Marco De Dominicis.

Il gradino più alto del podio ha registrato nelle singole classi anche la presenza di Domenico Gaudenzi (Alfa 147 JTD) e di Domenico Parrotta (Bmw 318 RS), oltre che di Calzuola e De Dominicis nella Turismo 5. Nella classifica finale di campionato a trionfare sono stati gli stessi Rossetti, Scocco e Paparusso, al top rispettivamente in Turismo 3, Turismo 7 e Mitjet.

RS CHALLENGE

Una stagione assai equilibrata e combattuta ha visto il proprio degno epilogo nell’appuntamento in terra umbra, con Silvano Bolzoni assoluto dominatore sul bagnato. Dopo la perentoria pole position conquistata al sabato da Andrea Bonifazi, il pilota del team Bolza Corse si è involato subito dopo il via con un passo inavvicinabile per tutti gli avversari. Ad affiancarlo sul podio in gara-1 sono stati Saverio Crea (Black Cars) e lo stesso Bonifazi (Cipierre). Ad imporsi tra le vetture aspirate è stato Walter Lilli davanti a Fabrizio Tablò e Massimo Massaro.

Gara-2 ha riproposto il medesimo copione della precedente, con Bolzoni subito in fuga e gli avversari impegnati a darsi battaglia alle sue spalle. A conquistare il secondo posto è stato Paolo Tartabini, il quale ha preceduto l’esordiente Lorenzo Flavi. Tablò ha invece svettato su Lilli e Massaro tra le vetture 2.0. La classifica assoluta ha quindi incoronato Walter Lilli, capace di conquistare il primo titolo della RS Challenge davanti a Paolo Tartabini e Samuele Fornara.

SUPERPROTO CUP – SUPERCARS SERIES

Bella e interessante anche la sfida riservata ai prototipi e vetture GT. Dopo aver conquistato la pole position, Claudio Francisci si è imposto in gara-1 al volante della Lucchini P09. Alle sue spalle “Boga” (Porsche Cayman) e la Lucchini Honda di Ranieri Randaccio. Nella seconda manche, un testacoda di Francisci ha spianato la strada alla Cayman di “Gioga”. Randaccio e lo stesso Francisci hanno completato il podio davanti alle Wolf GB-08 di Capecchi e dello statunitense Jeffrey Nelson.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.