Sono Enrico Bettera e Salvatore Tavano i due vincitori delle gare del quinto appuntamento della TCR Italy all’Autodromo di Imola.




Enrico Bettera, pilota della Audi RS3 Lms della Pit Lane Competizioni, scattato dalla pole position si impone sin dalla prima curva davanti a Salvatore Tavano, sulla Cupra di Scuderia del Girasole. Sul terzo gradino del podio Igor Stefanovski è stato protagonista di una grande bagarre e ha preceduto le altre Cupra di Felix Wimmer (Wimmer Werk) e degli altri due alfieri di Scuderia del Girasole by Cupra Racing, Matteo Greco ed Eric Scalvini.

In gara 2 è Salvatore Tavano, pilota della Cupra di Scuderia del Girasole by Cupra Racing, a conquistare la vittoria, per la terza volta in questa stagione, davanti al macedone Igor Stefanoski (Cupra) e al giovanissimo Jacopo Guidetti, autore anche del giro più veloce sulla Audi RS3 Lms di BF Motorsport.

In gara 1 abbiamo assistito a una gara molto combattuta e spettacolare: il poleman Enrico Bettera ha mantenuto la prima posizione e ha allungato lasciandosi dietro una bagarre infuocata. A guidare il trenino dietro di lui Salvatore Tavano che, in virtù della sua velocità ed esperienza, compie una appassionante rimonta dalla settima posizione in griglia e conquista meritatamente la seconda piazza. A seguire, protagonisti della lotta per il podio fino alla bandiera a scacchi, Igor Stefanovski, terzo al traguardo, l’austriaco Felix Wimmer e Matteo Greco, autore di qualche escursione nel corso della gara.

Eric Scalvini conquista la sesta posizione assoluta ed il successo del Trofeo Nazionale DSG dopo una spettacolare lotta con Matteo Bergonzini che resta così leader di categoria nei colori di BF Motorsport.

Ritiro per Marco Pellegrini a due giri dalla fine quando era in rimonta su Tavano per la seconda posizione. Stessa sorte per Jacopo Guidetti nelle prime fasi, al quinto giro dopo aver accusato problemi in frenata sulla Audi RS3 Lms di BF Motorsport, mentre lottava fianco a fianco con Stefanovski e Tavano.

Un ritiro anche per Luca Segù a causa di problemi meccanici, all’esordio con la Honda Civic di Race Republic in condivisione don il pluricampione Stefano Comini, quando lottava per la settima posizione.

Max Mugelli purtroppo non ha preso il via alla gara a causa dello stesso problema al leveraggio del cambio sulla Alfa Romeo Giulietta by Romeo Ferraris schierata da PRS Motorsport  già accusato in qualifica.

Vince cosi in solitaria la gara Enrico Bettera, conquistando ottimi punti, davanti al siracusano Tavano e al macedone Stefanovski.

Grande spettacolo anche in gara 2 fino alla bandiera a scacchi: Tavano scatta dalla prima fila, affianca Pellegrini, ma il milanese resiste ed entra per primo al Tamburello. Bettera nel frattempo va in testacoda dopo un contatto con Greco ed è costretto a una rimonta dal fondo. Il primo giro spettacolare si chiude con un sorpasso alla Piratella che permette a Tavano di essere davanti a Pellegrini, Wimmer, Stefanovski. Greco precede Guidetti, Mugelli e Scalvini, ai ferri corti davanti a Bergonzini e Lissignoli decimo.

A partire dal terzo giro, Pellegrini tenta di superare Tavano, ma con scarsi risultati: il pilota Cupra conserva la traiettoria costringendo il rivale ad una fuoriuscita e a rientrare sesto davanti a Mugelli. Nel frattempo Stefanovski supera Wimmer, portandosi in terza posizione. Greco prova ad approfittarne, ma Guidetti la spunta e si porta al quarto posto. Dopo una uscita di pista al Tamburello, Pellegrini scivola fuori dalla Top-10 che, al settimo giro, vede Tavano, Stefanovski, Guidetti, Greco, Wimmer, Mugelli, Scalvini, Bergonzini, Lissignoli  e Bettera racchiusi in 15 secondi.

Alla tornata seguente Wimmer deve rientrare ai box con un cofano anteriore semiaperto, mentre Guidetti cerca di superare il macedone alla Tosa senza riuscirci.

Nel frattempo Lissignoli supera Bergonzini per il settimo posto davanti a Bettera in preda alla rimonta e Pellegrini che completano la Top-10.

All’11esimo passaggio al Tamburello, Mugelli arriva lungo nel tentativo di attacco su Greco che dovrà poi retrocedere d’ufficio con 25 secondi di penalità inflittagli per l’episodio iniziale con Bettera. Il piemontese di Scuderia del Girasole prova anche l’attacco su Guidetti per la terza posizione, senza successo, ed al 13esimo giro cede la quarta posizione a Mugelli. Guidetti nel finale prende la scia di Stefanovski, tenta l’attacco che porta al contatto, guadagna la posizione, ma poi il suo comportamento viene sanzionato dai Commissari Sportivi e la posizione viene restituita al macedone. In quarta posizione finisce Mugelli, davanti a Scalvini, Bettera, Lissignoli, Pellegrini, Bergonzini e Greco decimo dopo la penalizzazione.

Purtroppo non ha preso il via alla gara la Honda Civic di Race Republic che sarebbe scattata dalla terza posizione in virtù dell’inversione di griglia per la mancata risoluzione dei problemi occorsi nel corso di gara 1: confidiamo di avere l’occasione di vedere in pista la vettura del duo Segù-Comini negli ultimi round della serie.

Al circuito del Santerno si conclude il weekend con una grande vittoria di Tavano che consolida la sua leadeship in campionato nella TCR Italy: appuntamento al prossimo e penultimo appuntamento nel weekend del 15 settembre sul circuito romano di Vallelunga.

Anna Mangione

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.