Nella giornata forse più importante della sua carriera da pilota, Jonathan Rea centra il suo primo titolo mondiale Superbike in carriera, chiudendo a Jerez gara-1 al quarto posto. In gara-2 Kawasaki centra anche il titolo costruttori davanti alla Ducati. Sul circuito andaluso ad aggiudicarsi le due manche sono Sykes e Davies.

La cronaca

Il massimo risultato con il minimo sforzo. Jonathan Rea aveva il compito di chiudere già a Jerez i conti per il titolo mondiale e lo ha fatto nonostante due gare corse sottotono e con diversi problemi di gomme e trazione. Il nordirlandese regala così alla Kawasaki il secondo titolo mondiale piloti dopo quello di Sykes del 2013 e il primo titolo costruttori alla casa di Akashi nell’era moderna.

Gara-1

Partenza sprint delle due verdone con Sykes che si presenta in testa alla prima curva e Davies che brucia Canepa andando ad infilarsi in terza posizione. Torres invece va lungo alla prima curva e rientra in ultima posizione, costretto ad una difficile rimonta. Nei primi giri Davies soffre il ritmo delle due Kawa che inizialmente scappano via, poi man mano il gallese riesce a rimettersi in carreggiata grazie anche alla scivolata di Canepa. Il ritmo di Davies migliora giro dopo giro e riesce a ricongiungersi a Rea che ha grossi problemi a fermare la moto in staccata. Sykes è ormai andato per la sua strada con un vantaggio incolmabile per un generosissimo Chaz Davies. Dei problemi di Rea in frenata ne approfittano anche Haslam e Van Der Mark per ricongiungersi e lottare per il terzo gradino del podio. Davies intuisce la minaccia e scappa via dal terzetto, lasciando Rea a vedersela con l’ex compagno di box in Honda e il giovane olandese Michael Van Der Mark. Magic Michael passa prima Haslam e poi Rea, lasciando i due britannici a scornarsi tra di loro. Ultimi giri con gli occhi puntati su Jonathan Rea che con il quarto posto sta per centrare il suo primo titolo mondiale, ma non è ancora finita perché Haslam non demorde e ci prova anche all’ultima curva: Rea resiste e chiude la gara al quarto posto chiudendo di fatto i giochi per il mondiale. Vittoria per Tom Sykes davanti a Chaz Davies e Michael Van Der Mark.

Gara-2

Ancora partenza sprint per le Kawasaki che mantengono le posizioni con Davies che si infila al terzo posto e Torres dietro al ducatista. Ben presto le cose cambiano perché Rea comincia ad accusare problemi ancora in frenata e di trazione in uscita dalle curve lente. Il neo campione del mondo comincia così a perdere terreno scendendo fino alla quinta posizione, dietro alle Aprilia di Torres ed Haslam e alla Honda di Van Der Mark. Anche Sykes comincia ad accusare problemi di trazione e ne approfitta Davies per saltarlo e portarsi in testa, seguito dalle Aprilia che a loro volta passano l’inglese di Kawasaki in difficoltà con le gomme. Si sdraia Van Der Mark quando era in lotta per il podio con le Aprilia, mentre Sykes e Rea ingaggiano un bel duello che alla fine vede emergere il neo campione del mondo. Sykes in grossissima difficoltà riesce ad arrivare al traguardo in quinta posizione, con la coppia Baiocco-Pirro che lo stava per prendere. Sul traguardo vittoria per Davies davanti alle Aprilia di Torres ed Haslam, quarto e quinto Rea e Sykes che regalano alla Kawasaki il mondiale costruttori.

Classifica piloti

1.J. REA KAWASAKI 478

2.C. DAVIES DUCATI 353

3.T. SYKES KAWASAKI 331

4.L. HASLAM APRILIA 286

5.J. TORRES APRILIA 210

6.S. GUINTOLI HONDA 175

7.M. VD MARK HONDA 144

8.M. BAIOCCO DUCATI 125

9.A. LOWES SUZUKI 121

10.D. GIUGLIANO DUCATI 119

Prossimo appuntamento 

Il prossimo appuntamento del Mondiale sarà in Francia, sullo storico tracciato di Magny Cours, per il 12° round della stagione 2015 nel weekend del 2-4 ottobre.

Marco Pezzoni

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.