Porsche IMSA NASCAR

I campionati maggiori saranno anche finiti, ma dall’universo delle ruote coperte arrivano notizie che riguardano il marchio Porsche e i campionati IMSA e NASCAR. Il mondo dei motori perde Walter Lechner Sr, boss e fondatore dell’omonima squadra. L’austriaco ci lascia a 71 anni dopo un infinita catena di successi nel mondo Porsche. Dalla sua formazione sono passati nomi che sono entranti nell’universo delle ruote coperte e che attualmente sono dei punti di riferimento importantissimi per le case ufficiali.

Classe 1949, presente in due occasioni alla 24h du Mans come pilota, ha scoperto numerosi talenti tra cui citiamo su tutti René Rast, Earl Bamber, Philipp Eng, Sven Müller e Michael Ammermüller, Thomas Preining e Julien Andlauer. Lechner è un volto noto del motorsport e senza dubbio si sentirà la sua assenza nel paddock delle sue Porsche.

Daytona si avvicina: -60 giorni!

Sono molte le notizie che arrivano dagli USA a pochi mesi dall’inizio delle competizioni 2021. La Rolex 24 at Daytona, round di apertura dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship, è alle porte e molti equipaggi sono impegnati in questo fine settimana nel World Center of Racing per alcuni test.

Quest’anno nella mitica maratona che apre ufficialmente la stagione agonistica americana troveremo un volto noto della NASCAR: Jimmie Johnson. Il sette volte campione della Cup Series, debutta nella 24h con una Cadillac dell’Action Express. La formazione, iscritta all’intero campionato con i brasiliani Pipo Derani e Felipe Nasr #31, schiera una vettura supplementare.

Oltre al californiano che nel 2021 gareggerà alcune prove dell’IndyCar Series troviamo il giapponese Kamui Kobayashi, il francese Simon Pagenaud ed il tedesco Mike Rockenfeller.

Nella prossima stagione sono molte le novità per quanto riguarda la classe GTD, realtà riservata alle GT3. Magnus Racing, insieme a Archangel Motorsports, cambia costruttore e si sposta da Lamborghini ad Acura per il 2021. L’Honda NSX GT3, a segno nelle ultime due annate con lo Shank Racing, vedrà al volante Andy Lally and John Potter per tutto il campionato.

L’americano Matt McMurry, campione in carica della GTD con l’Acura #86 di Shank, sarà della partita alla 24h con la Ligier LMP3 del CORE autosport. George Kurtz affiancherà Colin Braun e Jon Bennett nelle competizioni endurance, McMurry si limiterà a gareggiare a Daytona.

Matt Plumb, Hugh Plumb, Owen Trinkler e Ted Giovanis si alterneranno al volante della Porsche del Team TGM nella prossima 24h in GTD. Il quartetto, regolarmente iscritto con una Chevrolet Camaro GT4 nell’IMSA Michelin Pilot Challenge dovrebbe impegnarsi esclusivamente nella prima prova della stagione.

Dall’IndyCar alle ruote coperte

Oliver Askew, Zach Veach e Santino Ferrucci potrebbero spostarsi alle ruote coperte per il 2021. I tre protagonisti dell’IndyCar Series sono pronti a delle nuove sfide per la prossima stagione.

L’inglese Askew e l’americano Veach sarebbero orientati verso l’IMSA. Il primo, pilota inglese che ha militato con dei discreti risultati con una Chevrolet di SP McLaren, effettuerà questo fine settimana dei test a Daytona con la LMP3 di Riley Motorsports.

Il secondo, ex alfiere di Andretti, testera in Florida una delle due Lexus #14 RC F GT3 del Vasser Sullivan, auto in cui sono già stati confermati Jack Hawksworth and Aaron Telitz.

Discorso sempre differente per Santino Ferrucci. Quest’ultimo dovrebbe approdare nella NASCAR Xfinity Series, la ‘F2’ della seguitissima categoria statunitense. Il nativo del Connecticut è orientato verso l’Our Motorsports, compagine che ha già annunciato Brett Moffitt, campione 2019 della NASCAR Truck Series.

Una ‘gara’ in più

La griglia di partenza della 24h di Daytona sarà determinata da una qualifying race. La prova, indetta sulla distanza dei 100 minuti, vedrà al via contemporaneamente tutte e cinque le categorie e si svolgerà una settimana prima durante i Roar, i test ufficiali che precedono la 24h.

John Doonan, presidente dell’IMSA, ha dichiarato in merito: “Come accade per la Daytona 500, che da decenni ha delle gare di qualificazione, l’introduzione della Motul Pole Award 100 per la Rolex 24 porta una nuova ed entusiasmante dinamica al Roar.”

NASCAR: Annullata la prova di Fontana

La tappa Fontana, prevista come terza prova del calendario, scompare dai piani 2021 della NASCAR Cup Series. L’incremento dei contagi da Coronavirus nello Stato della California ha costretto gli organizzatori a modificare i piani. La serie americana ha optato per una nuova sfida all’interno del road course che sorge a Daytona, la stessa pista in cui si tiene la 24h.

La Cup Series disputerà in questo speciale disegno il Clash, evento ad inviti che da il via alla settimana riservata alle qualifiche della Daytona 500, la competizione che inaugura l’anno.

Lo scorso anno, nel disperato tentativo di riorganizzare il calendario in seguito all’emergenza sanitaria, la NASCAR aveva già svolto una prova nel famoso road course di Daytona per tutte le tre categorie nazionali: Cup, Xfinity e Truck.

Con questo cambio di programmi, il secondo atto del 2021, originariamente indetto all’Homestead-Miami Speedway, slitta di sette giorni. I gestori dell’Auto Club Speedway di Fontana hanno affermato di posticipare di 12 mesi la riconfigurazione della pista. Ricordiamo infatti che il catino californiano verrà completamente rinnovato e trasformato da un veloce ovale da 2 miglia ad un inedito short-track.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.