World Challenge Europe

Si scaldano i motori del Fanatec GT World Challenge Europe Powered by AWS in vista della prima prova di Monza, atto che tradizionalmente apre il campionato con una 3h. Continuano ad arrivare delle novità relative agli equipaggi per quella che sarà la decima edizione di questo spettacolare campionato. Nel frattempo toglie i veli la nuova Alpine Hypercar, pronta a debuttare nella classe regina del FIA World Endurance Championship.

JOTA Sport entra nel GT World Challenge Europe

Dopo aver annunciato nelle ultime settimane l’impegno in LMP2 nel FIA World Endurance Championship, JOTA ha reso noto l’ingresso con McLaren nelGT World Challenge Europe. La compagine britannica entra nella serie nella Sprint e nell’Endurance Cup per la prima volta dopo aver supportato il programma R Motorsport (Aston Martin) nelle gare GT3.

Rob Bell, Ben Barnicoat e Oliver Wilkinson sono i tre piloti annunciati da JOTA per l’impegno nel GT World Challenge a partire dall’opening round di Monza. David Clark, co-proprietario dello JOTA, ha affermato in merito alla stampa: “Sono un grande fan del marchio McLaren ed entusiasta di tornare con JOTA per la stagione 2021. Abbiamo lavorato duramente per rendere la nostra realtà una squadra vincente, ma anche divertente. Con tre piloti ufficiali siamo una forza importante. L’ultima volta che sono stato coinvolto in un programma di sport motoristici con McLaren è stato come direttore della McLaren Cars. Era l’epoca in cui abbiamo vinto la 24 Ore di Le Mans al nostro primo tentativo”.

Gli fa eco Ian Morgan, direttore di McLaren Customer Racing. Quest’ultimo ha dichiarato: “Sono fiducioso per la stagione che sta per iniziare. Non vediamo l’ora di competere ai massimi livelli per tutto il 2021 con la 720S GT3.Sono lieto di vedere Oliver Wilkinson passare ad un programma ufficiale completo quest’anno, supportato sia da Rob Bell che da Ben Barnicoat”.

GPX all’attacco del titolo Endurance

GPX Racing ha reso noto l’equipaggio che gareggerà nel GT World Challenge Europe Endurance Cup. La formazione araba di casa Porsche schiererà il francese Mathieu Jaminet, l’australiano Matt Campbell ed il neozelandese Earl Bamber, per la prima volta a tempo pieno nella categoria europea.

Il team che ha vinto la 24h di Spa-Francorchamps del 2019 si prepara per il secondo anno a gareggiare a tempo pieno nella serie dopo aver sfiorato il titolo nelle prove di durata durante l’ultima stagione.

FFF Racing conferma il proprio impegno

FFF Racing continua il proprio impegno nel GT World Challenge Europe dopo aver annunciato la partecipazione all’Intercontinental GT Challenge Powered by AWS e la 24h del Nuerburgring.

La formazione legata a Lamborghini correrà alle 5 prove endurance della serie con un terzetto tutto italiano. Andrea Caldarelli, Mirko Bortolotti e Marco Mapelli debutteranno in quel di Monza il prossimo aprile nella categoria PRO.

Altri annunci per GT World Challenge Europe 2021

Nel frattempo evidenziamo l’annuncio di Barwell Motorsport e di Winward Racing. La prima squadra, legata da anni a Lamborghini, prosegue il proprio impegno nella categoria, mentre ci apprestiamo ad assistere al debutto per la compagine statunitense. Winward Racing, realtà che ha vinto la Rolex 24 at Daytona 2021, entra nel GT World Challenge oltre all’impegno nell’International GT Open e nel DTM.

Attendiamo altri annunci in vista di un’interessantissimo 2021. Non ci sono ulteriori novità per il calendario che ha perso per il momento l’appuntamento sprint di Brands Hatch, rimandato a data da definirsi. La prestigiosa pista britannica dovrebbe rientrare nel calendario dopo aver perso, in seguito all’emergenza sanitaria, la prova del 2020.

Alpine presenta la vettura per il FIA WEC

Nella giornata di martedì, il team Signatech Alpine ha svelato la vettura che parteciperà all’edizione 2021 del FIA World Endurance Championship. Nicolas Lapierre, André Negrão e Matthieu Vaxivière sono i tre piloti scelti dalla compagine francese che sfiderà Toyota e Glickenhaus.

L’Alpine A480 parteciperà alla categoria hypercar, ma è a tutti gli effetti una LMP1. Ricordiamo infatti che l’auto presentata questa settimana è di fatto la Rebellion che ha militato nell’ultima edizione del Mondiale Endurance.

Laurent Rossi, CEO di Alpine, ha voluto rilasciato alla stampa: “Nel nostro ritorno nell’Endurance abbiamo raccolto molte soddisfazioni. Dopo otto anni di trionfi è giunto il momento di passare allo step successivo, entrando nella categoria regina. Abbiamo l’opportunità di esprimere la nostra passione e la nostra esperienza”.

Philippe Sinault, team principal Signatech Alpine, ha così dichiarato: “La strada del marchio Alpine è ricca di sfide. Questo nuovo impegno fa parte della nostra mentalità e la fiducia che Alpine ha riposto in noi è motivo di grande orgoglio. Ci stiamo avvicinando a questo progetto con umiltà e voglia di far bene. È un momento storico per il mondo dell’Endurance”.

Sheldon van der Linde con ROWE nel DTM

Continua l’avventura di Sheldon van der Linde nel DTM. Il pilota sudafricano conferma l’impegno nella serie teutonica con BMW per il terzo anno consecutivo. Il pilota ufficiale della casa bavarese guiderà la M6 GT3 preparata da ROWE Racing.

La squadra che ha messo in bacheca nel 2020 la 24h del Nuerburgring e la 24h di Spa-Francorchamps accoglie il più giovane dei van der Linde che nel 2020, in quel di Assen, ha firmato il primo successo nella Serie.

Hans-Peter Naundorf, Team Principal ROWE RACING, ha dichiarato: “Siamo molto contenti di entrare nella nostra prima stagione DTM con Sheldon van der Linde. Abbiamo preso una decisione di optare su un giovane pilota che ha già esperienza in questo campionato. Si adatta molto bene alle nostre idee per entrare nel DTM. Presumo che Sheldon riceverà una motivazione in più per finire sempre prima di suo fratello maggiore”.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.