Photo by Guido De Bortoli/Getty Images for Porsche Italia

Simone Iaquinta si laurea campione 2020 della Porsche Carrera Cup Italia a Monza nella domenica in cui Aldo Festante (Ombra Racing – Centro Porsche Padova) si aggiudica la finale gara 2 nell’ultimo, palpitante round stagionale del monomarca tricolore.

Una corsa che ha vissuto un ulteriore concentrato di emozioni dopo i colpi di scena già visti sabato in gara 1 e che sembravano aver compromesso le speranze di titolo dello stesso Iaquinta, vittima di una foratura. Il campione in carica di Ghinzani Arco Motorsport – Centri Porsche di Milano, però, non si è arreso e in gara 2 ha rimontato da 16esimo in griglia a secondo a suon di sorpassi e giri veloci.

SECONDO TITOLO PER IAQUINTA

Il pilota calabrese ha così concluso sul podio alle spalle di Festante ma davanti a David Fumanelli (Team Q8 Hi Perform). Quest’ultimo, vincitore sabato e stavolta terzo sul traguardo dell’Autodromo Nazionale, era diventato unico rivale di Iaquinta per il campionato. Infatti, Gianmarco Quaresmini (Tsunami RT – Centro Porsche Brescia) era stato costretto al ritiro per un problema al semiasse al giro 4. Con lo sfortunato pilota bresciano fuori gara e Fumanelli alle sue spalle, Iaquinta si è aggiudicato il secondo titolo assoluto consecutivo personale. Un’impresa che in Carrera Cup Italia era riuscita in passato soltanto ad Alessandro Balzan.

TITOLO TEAM A GHINZANI

Tra i verdetti finali della stagione 2020, il fine settimana all’autodromo brianzolo ha assegnato il titolo Team alla squadra del pilota campione, Ghinzani Arco Motorsport, la compagine bergamasca diretta da Giacomo Scanzi ed Emilio Callioni. Per quanto riguarda la Michelin Cup è Bashar Mardini (Tsunami RT – Centro Porsche Verona) ad aggiudicarsi l’alloro. Esso diventa il suo secondo nella categoria riservata ai gentlemen drivers, dopo quello messo in bacheca nel 2018.

FESTANTE IN NOMINATION

Sul fronte Scholarship Programme, invece, Aldo Festante. Il campano si è reso autore di una seconda parte di stagione da protagonista. Oltre al successo odierno, una pole position e ulteriori due podi all’attivo, si è aggiudicato la nomination per l’International Shoot Out. Per lui la sfida finale tra i più meritevoli giovani piloti provenienti dalle varie Carrera Cup nazionali, con in palio la possibilità di diventare pilota Junior ufficiale di Porsche Motorsport. Presenti all’annuncio anche gli altri 23 selezionati a inizio stagione per il progetto di coaching tricolore. Tra questi Stefano Monaco (Dinamic Motorsport – Centro Porsche Modena), indicato come eventuale wild card italiana per l’evento internazionale.

Simone Iaquinta (campione 2020): “Non so neppure io come abbia fatto! E’ stata una gara 2 entusiasmante, credo la più bella della mia vita. Ringrazio il team che mi ha dato la macchina giusta per vincere il campionato e mi complimento con Fumanelli e Quaresmini. Con loro è stata una sfida sempre molto ravvicinata in un monomarca dove il livello, anche tecnico, è sempre più elevato. Ci ho creduto, stanotte non ho dormito ripensando a quanto mi era accaduto sabato sulla posteriore sinistra. Ma bisogna sempre crederci, perché tutto può succedere!”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.