Aston Martin DB5 è un’auto che ha segnato un’epoca indimenticabile del cinema, dell’industria e della cultura dei Sudditi di Sua Maestà. La casa inglese concederà la possibilità a 25 facoltosi appassionati di acquistare l’esatta replica della Aston Martin DB5. Quella che Sean Connery ha utilizzato nell’episodio Goldfinger della saga dell’agente segreto più famoso del mondo nel 1964, per intenderci.

Auto da Oscar

Il premio Oscar Chris Corbould creò l’auto di Bond, James Bond, con tutto il suo carico di tecnologia al servizio della Regina negli episodi cinematografici dei romanzi di Ian Flaming. La replica dell’Aston Martin DB5 Goldfinger è per pochi, non solo per il numero limitato di pezzi, ma anche per il prezzo: 3 milioni di Euro. L’elaborazione della storica 900 DB5 viene eseguita direttamente dalla Aston Martin. Da sola l’auto storica vale oltre 1 milione.

L’upgrade

A Newport Pagnell, nel Buckinghamshire, ove ha sede la Aston Martin, ci vogliono ben 4.500 ore per elaborare la bellissima auto classica. Si tratta di un’opera di autentico artigianato britannico. Alla fine la Aston Martin DB5 Goldfinger avrà la possibilità di annebbiare con la sua cortina di fumo o di olio. Non mancheranno la targa girevole, sia davanti che dietro, le mitragliatrici a scomparsa dai fanali e lo schermo antiproiettile. Così come Bond duellava con i nemici anche la replica avrà i rostri e i gallettoni per… forare gli pneumatici!

Gli interventi della Aston Martin non riguardano solo la carrozzeria, ma anche l’abitacolo che avrà un navigatore radar, il telefono ed un quadro comandi nel bracciolo. Chissà se ci saranno anche le armi sotto il sedile!

L’upgrade della DB5 è talmente fedele alla versione cinematografica che ci sarà anche il sedile in grado di espellere il passeggero con il tetto che vola via. Non è nel pacchetto “base”, ma un optional che solo i veri appassionati con il portafoglio gonfio possono permettersi.

Un’operazione nostalgia che porta introiti e prestigio alla casa britannica che non smetterà mai di essere nell’immaginario comune l’auto di 007. Quando il marketing ha radici lontane.

F1 | TOBIAS MOERS NUOVO CEO ASTON MARTIN

Fabrizio Crescenzi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.