FX Racing Weekend 2024 | Live Streaming Gare - Varano 14 Aprile (mattino)

Straordinaria Aprilia nelle prove del GP del Qatar che piazza tre delle sue quattro moto in top 5, con Raul Fernandez davanti a tutti per la sua prima volta in MotoGP. Sia Pecco Bagnaia che Jorge Martin accedono direttamente al Q2. Bene Di Giannantonio, secondo nel turno serale.

Ottime le Aprilia, Martin e Bagnaia entrano nei 10

Per l'Aprilia è stata un ottimo venerdì, non è un segreto che la moto di Noale sia molto efficace in condizioni di pista con poco grip. A testimoniarlo non solo il primo posto di Raul Fernandez ma anche il terzo posto di Maverick Vinales e il quinto di Aleix Espargaro. A Maverick è stato anche tolto il suo giro più veloce per bandiera gialla, che gli avrebbe permesso di terminare la sessione al primo posto. A mancare è stato Miguel Oliveira, solamente diciannovesimo.

Da segnalare l'ottimo secondo posto di Fabio Di Giannantonio, a pochi millesimi da Fernandez. Quarto posto, invece, per Brad Binder che si piazza nel panino delle Aprilia ufficiali. Seguono le Ducati di Luca Marini e dei due contendenti al titolo mondiale Jorge Martin e Pecco Bagnaia, che riescono ad accedere direttamente in Q2. Da annotare anche l'ottimo nono posto di Augusto Fernandez, unica KTM nei 10 oltre al solito Binder.

Marc Marquez unico giapponese direttamente in Q2

L'ultimo posto di accesso diretto al Q2 se l'è preso Marc Marquez, sfruttando la scia del leader del campionato Pecco Bagnaia. Appena fuori dalla top 10 Jack Miller, caduto a pochi minuti dal termine della sessione. Passeranno dal Q2 anche le Ducati di Alex Marquez, Marco Bezzecchi, Johann Zarco ed Enea Bastianini, oltre alle Yamaha di Franco Morbidelli e Fabio Quartararo.

[embed]https://twitter.com/MotoGP/status/1725576984451788859?s=20[/embed]

Appuntamento a domani alle ore 13:40 per le qualifiche, che determineranno la griglia per la sprint e per la gara di domenica. Sarà un momento decisivo per la sfida tra Pecco Bagnaia e Jorge Martin, infatti un errore in qualifica potrebbe essere determinante per la lotta al titolo mondiale.

Francesco Sauta