Credits. TCR World Tour
Credits. TCR World Tour

Debutta da Vallelunga questo fine settimana la seconda edizione del TCR World Tour, la prima con il riconoscimento da parte della FIA. Torna quindi a tenersi il Mondiale turismo, scomparso per dodici mesi dopo la conclusione del FIA WTCR nell’autunno del 2022.

Inizia dall’Italia un nuovo giro del mondo, l’Europa aprirà le danze prima di un calendario internazionale che si articolerà anche in Africa, USA, South America, Asia e Cina. Il tracciato romano che accoglierà anche l’opening round del TCR Europe resta protagonista in compagnia di El Pinar (Uruguay) e Macau, mentre debuttano Cina (Zhuzhou International Circuit), Marocco (Marrakech) , USA (Mid-Ohio) e Brasile (Interlagos).

Poca Europa nel calendario 2024 del TCR World Tour

Il format resta il medesimo della passata stagione con una serie di manifestazioni differenti che si baseranno sui campionati locali. La tappa tricolore, disputata distintamente dal round del TCR Europe, precederà gli appuntamenti concomitanti con TCR South America, Australia e Cina, mentre in quel di Mid-Ohio (USA) vi sarà una particolare sfida di durata con le auto TCR dell’IMSA Michelin Pilot Challenge.

Come nel 2023 ogni round precede due competizioni ad eccezione delle prove australiane che prevedono tre distinti round. Ovviamente la prova endurance in quel di Lexington è unica nel proprio genere, non ci sono ulteriori manche oltre alla singola gara da quattro ore. Ricordiamo che per la tappa americana del TCR World Tour vi saranno in pista anche le auto GT4 (GS), classe regina della seconda categoria per importanza di IMSA dopo il WeatherTech SportsCar Championship.

TCR World Tour, Michelisz prova a confermarsi con Hyundai Motorsport

Norbert Michelisz prova a confermarsi con Hyundai Motorsport. Il forte pilota magiaro riparte da campione, l’ex vincitore del FIA WTCR riparte con i colori del brand coreano che nuovamente farà affidamento anche sull’iberico Mikael Azcona. 

Il magiaro e lo spagnolo divideranno per la prima volta il box con l’argentino Néstor Girolami, presente negli ultimi anni con Honda. Nuova sfida per il fratello di Franco Girolami, campione in carica del TCR Italy di cui parleremo successivamente. 

Riparte da Vallelunga il TCR World Tour - Credits: TCR World Tour 

Marco Butti con Honda 

Da Hyundai si sposta in Honda Marco Butti, comasco che lo scorso anno ha già avuto modo di correre in almeno una prova del TCR World Tour. Il promettente italiano rappresenterà in ogni competizione del 2024 il team GOAT Racing in compagnia di Esteban Guerrieri.

Ritorno nel mondo del turismo dopo un anno nel FIA World Endurance Championship per il sudamericano, più volte vicino a vincere il FIA WTCR con Honda. Il 39enne nativo di Buenos Aires parte sicuramente da favorito per il successo finale dopo il terzo posto ottenuto nel 2018 (FIA WTCR) ed il secondo posto del 2019  (FIA WTCR).

Conferme per Cyan Racing

Non cambia la formazione di Cyan Racing per il TCR World Tour dopo l’esperienza dello scorso anno. Quattro Lynk & Co sono attese ai nastri di partenza, in azione ritroveremo i confermati Yann Ehrlacher, Thed Björk, Santiago Urrutia  e Ma Qing Hua.

L’ex campione del FIA WTCR e l’ex vincitore del FIA WTCC, francese e svedese che non hanno bisogno di presentazioni, ritrovano l’uruguaiano Urrutia ed il cinese Qing Hua. Il quartetto parte per favorito per il successo finale, piloti esperti che costantemente possono battagliare per la prima metà della graduatoria.

Il TCR World Tour incontra la ‘Coppa Italia Turismo’

Il TCR World Tour condividerà lo schieramento di partenza in Italia con la Coppa Italia Turismo. Sandro Pelatti (PMA Motorsport Audi), Giulio Valentini (GRT Motorsport Audi), Filippo Barberi ( Aikoa Racing Audi) ed il giovane Jacopo Cimenes (MM Motorsport Honda) spiccano nell'entry list della serie tricolore che per la prima volta ‘ospiterà’ i protagonisti del Mondiale.

Il week-end di Vallelunga del TCR World Tour entrerà nel vivo sabato con le qualifiche (ore 11.25)  e la race-1 (ore 16.35). La seconda corsa, invece, è indetta per le 14.25.

Luca Pellegrini 

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi