F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Credits: f1.com
Credits: f1.com

Grazie ad un giro perfetto Lando Norris è riuscito a conquistare la pole position nel GP di Spagna, decima prova del mondiale F1 2024. Per soli 20 millesimi di secondo il pilota britannico ha battuto il campione del mondo Max Verstappen, dando conferma ancora una volta della propria competitività e di quella della McLaren. E domani si prospetta una sfida proprio tra loro due.

McLaren prima forza in campo?

Dopo aver impressionato con il tempo di 1:11.653 stampato al termine del Q2 ci si aspettava un Verstappen altrettanto in forma anche nel Q3. In effetti l’olandese non ha deluso le aspettative, ma nel corso del suo ultimo giro lanciato Norris è riuscito a fare addirittura meglio del 1:11.403 del tre volte campione del mondo.

Prestazione impressionante da parte del pilota McLaren, che a distanza di oltre due anni e mezzo scatterà nuovamente dalla prima posizione in griglia domani. La prima volta era infatti stata in Russia nel 2021, anche se in quel caso la pole era arrivata in condizioni particolari.

Quella di oggi ha invece un sapore diverso, in condizioni “normali” e battendo il pilota più forte in questo momento. Dopo aver vinto la sua prima gara in F1 Norris ora è consapevole che la McLaren che ha tra le sue mani è un mezzo capace di lottare costantemente nei piani alti della classifica e che i risultati ottenuti nell’ultimo anno da parte del team non sono dei casi isolati, ma il frutto di un duro lavoro che sta portando pian piano a grandi risultati.

La vittoria di Miami e gli altri podi ottenuti nelle successive tre gare hanno permesso alla McLaren di ottenere più punti di tutte le altre squadre negli ultimi quattro appuntamenti, vale a dire da quando è stato portato il corposo pacchetto di aggiornamenti sulla MCL38. Segno questo di uno sviluppo che è andato nella giusta direzione.

Norris-Verstappen: amici-nemici

A saper interpretare al meglio questi progressi del team è stato sicuramente Norris, più consistente del suo compagno di squadra Oscar Piastri, veloce ma forse ancora un po’ “acerbo” per poter lottare costantemente davanti.

Lando ha invece dimostrato di poter reggere la pressione anche davanti a tutti, diventando così il rivale numero uno di Verstappen. La pole di oggi ne è una prova e forse lo stesso campione del mondo in carica potrebbe non essere più felice di vederlo ancora davanti a lui nel corso della stagione.

Sicuramente se il binomio McLaren-Norris dovesse confermarsi così competitivo nel resto della stagione la situazione in classifica potrebbe anche cambiare. Ma adesso è ancora presto per parlarne e sicuramente già domani in gara assisteremo ad una bella sfida per la vittoria finale. Chi la spunterà?

Carlo Luciani