FX Pro Series 2024 | Live Streaming Grid Walk & Race 2 - Misano 23 Giugno

I lavori di completamento del Circuito di Zandvoort sono prossimi alla conclusione. Sono state da poco rilasciate le immagini che mostrano il completamento delle due curve sopraelevate che caratterizzano il nuovo layout della pista del GP d'Olanda.

Le sopraelevate sono una grande novità per la F1 moderna, considerando che si erano viste soltanto ad Indianapolis fra il 2000 ed il 2007. Una grande sfida sia per i team, che dovranno adattare le monoposto all’inclinazione della pista, ma anche per Pirelli, che avrà il compito di portare delle gomme all’altezza della situazione. 

Da parte di Pirelli, come confermato da Mario Isola ai nostri microfoni, è in arrivo una gomma anteriore specifica per questo circuito, che presenterà una costruzione diversa a quella attuale. Una spalla rafforzata per gestire al meglio il banking e mescole Hard C1, Medium C2 e Soft C3 per l'appuntamento di Zandvoort.

Tornando ai lavori di ammodernamento del circuito effettuati per il GP Olanda, La Dromo Circuit Design (azienda italiana incaricata dalla FIA per eseguire i lavori), ha realizzato per Zandvoort una sopraelevata in corrispondenza di curva 3 con un'inclinazione di 19 gradi ed una seconda sopraelevata corrispondente alla curva 14 con un inclinazione di 18 gradi. Una pendenza importante che ha rappresentato una grande sfida di ingegneria come dichiarato da Jarno Zaffelli, fondatore della Dromo Circuit Design.

“Curva 14 è ampia e larga, caratteristica che la farà affrontare full gas da parte dei piloti. Il cambio di pendenza tra curva 2 e curva 3 è qualcosa di fantastico. Quando la affronti, quello che percepiscono i tuoi sensi è in continua evoluzione. Ti senti incollato a terra e la possibilità di giocare sul gas ti consente anche di sfruttare traiettorie diverse” - ha dichiarato Zaffelli. "La sfida sarà davvero grande perché le vetture di Formula Uno non sono progettate per sostenere un banking del genere. Quindi i team dovranno pensare non solo alle sospensioni degli pneumatici, ma anche alle altre sospensioni. La gestione, andando in curva 2 e curva 3 e poi fuori dalla curva 4, richiederà un set-up che sarà un compromesso perché se vuoi andare veloce lì dovrai andare lento in un’altra sezione”.

Ricordiamo che il GP di Olanda è previsto per Domenica 3 Maggio. Siamo curiosi di vedere come si comporteranno le monoposto moderne sul circuito di Zandvoort, e se le promesse di spettacolo saranno mantenute. Restate sintonizzati su LiveGP per tutti gli aggiornamenti sul Mondiale di F1 2020.

Julian D’Agata