Francesco Bagnaia è il "supereroe" di giornata a Misano dopo aver conquistato il terzo posto nel GP di San Marino di MotoGP. Un risultato per nulla scontato considerate le sue condizioni fisiche, ma Pecco ha stupito tutti dimostrando che quando la passione c’è nulla è irraggiungibile.

BAGNAIA EROE DI GIORNATA

Un super Pecco Bagnaia quello visto in questo weekend nel GP di San Marino. Il Campione del Mondo in carica dopo il terribile incidente che lo ha visto coinvolto la settimana scorsa è riuscito in una grande impresa: due podi che valgono come una vittoria. Non era per niente scontato infatti che il torinese riuscisse a tornare in sella alla sua Ducati dopo così poco tempo, come non era scontato che avrebbe lottato per le posizioni di vertice. Bagnaia ci ha provato a fare meglio, ma realisticamente era difficile tenere il ritmo di un Martin in stato di grazia e di un Bezzecchi, anche lui dolorante, con il coltello tra i denti.

Pecco ha tentato l’attacco nei primi giri, ma alla distanza il fisico ha chiesto il conto. Ma va bene così perché le conseguenze di Barcellona potevano essere ben peggiori, ed essere qui a parlare di due terzi posti non può che renderci orgogliosi del talento e della caparbietà di questo straordinario Campione. La forza di volontà mostrata da Bagnaia nel voler tornare subito a tutti i costi nonostante la sofferenza non può che essere considerata al pari di una grande vittoria. Vittoria personale che gli ha permesso di limitare i danni in ottica Campionato, anche perché se non fosse rientrato Martin gli avrebbe rosicchiato 37 punti, ed invece ne ha sottratti soltanto 14 al pilota Ducati. Considerato che i Mondiali si sono spesso giocati con margini ridotti, la giornata di oggi potrebbe essere determinante quando si andranno a fare i conti alla fine della stagione.

LE DICHIARAZIONI

Al termine del GP San Marino Bagnaia ha dichiarato: “E’ stata una gara veramente difficile. Ho provato a sorpassare Martin ma era più veloce. In alcuni punti dove c’era da forzare mi mancava un po’ di velocità, Jorge riusciva a recuperare al Curvone che era l’unico punto dove riuscivo a stargli attaccato. La pressione della gomma anteriore è andata alle stelle per seguirlo così tanto, e non potendo usare le gambe ho iniziato ad usare di più le braccia ma ero proprio stanco. Ho cercato di non farmi recuperare da Pedrosa provando a spingere negli ultimi 2-3 giri. Ho preso un po’ di fiato per avere quei giri extra ed è andata bene. Sono molto soddisfatto, orgoglioso delle persone che mi hanno aiutato. In una situazione normale avrei potuto avere una possibilità in più, ma in queste condizioni una terza posizione è una vittoria per noi.”

Bagnaia ha poi annunciato che non sarà presente ai test che si svolgeranno domani: “Domani non farò i test, voglio stare tranquillo. Oggi per la gara ho dovuto prendere gli antidolorifici ma credo che questa sera sarò piegato in due dal dolore. Fortunatamente non ho troppe cose da provare o comunque c’erano da fare solo delle controprove. Ci fosse stato qualcosa di importante avrei dovuto girare, ma in questi casi è meglio riposarsi.”

Julian D’Agata