Il primo dei piloti che andiamo a presentarvi per i LiveGP Awards Moto 2022 è Tony Arbolino. Il pilota di Garbagnate, già vincitore dell'edizione 2020, in questo 2022 ha conquistato tre vittorie, meritandosi la nomination. Al secondo anno in Moto2, Tony Arbolino ha dimostrato di poter essere il pilota di punta di un team competitivo come il Team MarcVDS, nonostante la presenza nell'altra metà del box di un peso ingombrante come Sam Lowes. Tony si è imposto ad Austin alla quarta gara stagionale, prima di ripetersi nuovamente a Buriram e Sepang.

UN BABY CAMPIONE

Tony Arbolino è nato a Garbagnate, nella periferia milanese, il 3 agosto 2000. A soli quattro anni il padre gli regala una minimoto e da quel momento il suo percorso è...segnato. Brucia le tappe, nel 2009 vince titolo italiano, regionale e si aggiudica il terzo posto all'europeo minimoto. Nel 2012 vince il campionato europeo MiniGP 50 dopo aver fatto terzo la stagione precedente, al suo esordio nella categoria. Nel 2013 la FMI gli concede una deroga per poter passare alle "ruote alte" prima del compimento dei tredici anni d'età. Così facendo può prendere parte a tutte le gare della Pre GP 125 2t che vincerà all'esordio, replicandosi nel 2014 quando il campionato entrerà poi a far parte del circuito del CIV. Nel 2016 corre quattro appuntamenti del CIV Moto3, vincendo entrambe le gare del weekend di Imola.

A questo punto per Tony si aprono le porte del motomondiale: quattro anni in Moto3 con il titolo sfiorato nel 2020, per una discutibile gestione degli isolamenti per contatto con un positivo su un volo aereo. Lo scorso anno il passaggio in Moto2 con il podio sfiorato a Le Mans ed infine quest'anno l'esplosione.

Credits: LiveGP.it
UN 2022 CONSISTENTE, UN FAVORITO AL TITOLO 2023

La stagione di Arbolino si apre con il quinto posto in Qatar e prosegue con altri risultati tutti nella top10 tra Mandalika e Termas de Rio Hondo. El Tiburón centra poi il primo successo in Moto2 sulla pista americana di Austin. Una gara condotta di forza e che lo ha visto tagliare il traguardo con oltre tre secondi sul runnerup del titolo 2022 Ai Ogura e Jack Dixon. In Portogallo rimane coinvolto come tutto il gruppo di testa nella caduta in curva tre chiudendo con uno zero, ma torna subito sul podio a Jerez alle spalle di Ogura e Aron Canet.

Dopo lo zero di Le Mans sfiora il podio al Mugello, ma chiude comunque l'estate con quattro piazzamenti in top10 su sei gare. Da settembre Tony cambia marcia e dopo aver centrato il sesto posto a Misano Adriatico, chiude quinto ad Aragon e sesto a Motegi primo dei round asiatici del finale di stagione. A Buriram Tony è il migliore a nuotare nel diluvio thailandese e da buon tiburón va a vincere il suo secondo GP. A Phillip Island la sua gara dura solo sei giri ma riesce a mettersi subito alle spalle la domenica "no" e centra nuovamente il successo a Sepang. Chiude la stagione con il podio a Valencia che gli garantisce il quarto posto in campionato, davanti al quotatissimo rookie Pedro Acosta.

COME VOTARE AL LIVEGP AWARDS 2022

Votare Tony Arbolino è semplice: puoi farlo sia su Facebook che su Instagram. Hai la possibilità di esprimere la tua preferenza attraverso la pagina Facebook di LiveGP.it, selezionando la reaction abbinata a ciascun pilota.

E da quest’anno anche su Instagram, mettendo semplicemente un “mi piace” al post dedicato a Tony Arbolino.

 
Visualizza questo post su Instagram
 

Un post condiviso da LiveGP.it (@livegp.it)

Mathias Cantarini

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi