F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Appuntamento da non perdere questo fine settimana con la Repco 12h di Bathurst, opening round dell’Intercontinental GT Challenge Powered by Pirelli. Regna l’incertezza alla vigilia della più importante competizione di durata d’Oceania, per la prima volta valida anche per il Fanatec GT World Challenge Australia Powered by AWS.

Riparte da Mt. Panorama il campionato globale di SRO che successivamente avrà altri tre eventi:  ADAC Ravenol Nürburgring 24 Hours, CrowdStrike 24 Hours of Spa e Indianapolis 8 Hour Presented by AWS. Una nuova maratona di un giorno entra quindi nei piani dell’IGTC che contrariamente agli ultimi anni non tornerà in South Africa a Kyalami o in Medio Oriente a Yas Marina.

Mercedes parte da favorita a Bathurst 

Jules Gounon è pronto per difendere il titolo 2023 nell’IGTC in una nuova stagione agonistica tutta da vivere. L’andorrano è indubbiamente l’osservato speciale per la manifestazione australiana, vinta negli ultimi due anni con Mercedes dopo il trionfo del 2020 con Bentley.

L’ex padrone della 24h di Spa-Francorchamps ha quindi la chance di diventare il più vincente di sempre della prova di Mt. Panorama, nessuno nella storia dell’evento è riuscito ad imporsi per quattro volte. 

Gounon torna in compagnia di Luca Stolz e Kenny Habul, il tridente che ha fatto la differenza nel 2022 e nel 2023 insegue uno storico tris con la riconoscibile AMG GT3 #75 targata SunEnergy 1 Racing. Occhi puntati in generale al marchio di Stoccarda che punterà nuovamente anche su  Craft-Bamboo #77  e GruppeM Racing #130. Nel primo caso evidenziamo Maximilian Götz/ Daniel Juncadella /Jayden Ojeda , mentre nel secondo spicca una line-up composta da Maro Engel/Felipe Fraga/David Reynolds.

Supporto australiano per Mercedes alla 12h Bathurst 

Mercedes potrà contare anche su due squadre locali pronte per dare spettacolo. L’esperienza nel tracciato di Mt. Panorama può storicamente giocare un ruolo determinante, stiamo sempre parlando di uno dei tracciati più complessi al mondo. 

Per questa ragione non può passare inosservata l’AMG GT3 #888 targata National Storage Racing with Triple Eight. Broc Feeney e Will Brown, successivamente schierati da Triple Eight Race Engineering (Red Bull Ampol Racing) nel Repco Supercars Championship, sono sicuramente da tenere in considerazione oltre al pilota ufficiale Mercedes Mikaël Grenier. Oltre ad un team PRO, Triple Eight avrà anche una seconda vettura con il malese  Prince Jeffri Ibrahim, l’ex campione della Porsche Carrera Cup Australia Jordan Love ed il sette volte campione del Supercar Jamie Whincup.

Menzione d’onore anche per Scott Taylor Motorsport con il sette volte vincitore della Bathurst 1000 Craig Lowndes accompagnato da Thomas Randle e Cameron Waters. Parentesi per gli ultimi due, altri piloti regolarmente iscritti al Supercars 2024 con Tickford Racing.

12h Bathurst: Rossi torna con BMW, Marciello pronto per una nuova avventura

Oltre a Mercedes c’è tanto interesse anche per BMW Motorsport che vedrà il debutto assoluto di Raffaele Marciello. Il pilota elvetico, ancora senza successi in Australia, è atteso ad una nuova avventura con il marchio bavarese dopo aver vinto di tutto con AMG negli ultimi anni.

Il numero uno dell’ultima stagione del GTWC Europe condividerà l’abitacolo della riconoscibile BMW M4 GT3 #46 con Valentino Rossi, nuovamente in pista in Oceania in compagnia del belga Maxime Martin. Indubbiamente competitiva anche la squadra della gemella #32 con Charles Weerts/Dries Vanthoor/Sheldon van der Linde. 

Porsche vuole ripetere quanto fatto nel 2019

Attenzione anche a Porsche che nel 2019 vinse con Earl Bamber Motorsport. Nel team dell’attuale volto di Cadillac Racing per il FIA World Endurance Championship c’era un giovane Matt Campbell, australiano fresco vincitore della Rolex 24 at Daytona che si rimette in gioco con Manthey EMA.

Il team tedesco e la struttura insieme si apprestano per una nuova avventura a pochi mesi dal trionfo nel DTM. L’ex campione dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship per quanto riguarda la classe GTD PRO dividerà l’abitacolo con il veterano belga Laurens Vanthoor e con il turco Ayhancan Güven  #911, debuttante nel leggendario impianto non permanente che sorge nel New South Wales.

Interessante anche la seconda squadra promossa da Manthey EMA con il pluricampione della Porsche Carrera Cup GB Harry King, il due volte campione GTE nell’European Le Mans Series Alessio Picariello e l’ex vincitore del GTWC Australia Yasser Shahin.

Per Porsche avremo anche Phantom Global Team75 Bernhard #13 e HubAuto Racing #27, rispettivamente in scena con Bastian Buus/Joel Eriksson/Janox Evans e soprattutto con gli esperti Klaus Bachler/Patrick Pilet/Kevin Estre.

12h Bathurst: nonostante tutto c'è anche Audi

Siamo giunti a 31 auto a Mt. Panorama, un numero solido per una competizione che negli ultimi due anni ha subito l’avvento dell’emergenza sanitaria. I numeri del 2020, una griglia stellare composta esclusivamente da GT3, sono un lontano ricordo, ma è da rimarcare per il 2023 una significativa crescita.

Oltre ai marchi citati ufficialmente tornerà anche Audi nonostante la significativa riduzione del proprio programma agonistico al fine di concentrare gli sforzi verso la F1. I tedeschi sfrutteranno nuovamente la qualità del Melbourne Performance Centre, le due realtà hanno iscritto due auto che verranno gestite da Markus Winkelhock/Brad Schumacher/Ricardo Feller #2 e Christopher Haase/Kelvin van der Linde/ Liam Talbot #22.

Cresce l’entry listi di una classica del calendario

Il nuovo volto del Supercars Championship per Erebus Motorsport Jack Le Brocq sarà al via con il M-Motorsport with Erebus Mercedes #48 in compagnia di Justin McMillan/Garth Walden/Glen Wood, mentre Wall Racing porterà al debutto la nuova Huracan GT3 EVO2 in Australia con Tony D’Alberto/Adrian Delitz/Grant Denyer/David Wall #93. 

Indubbiamente interessante anche il rinnovato accordo tra Heart of Racing ed SPS automotive performance per la 12h di Bathurst ed alcuni eventi Creventic (24H Series). Una Mercedes verrà schierata in Australia, il proprietario della compagine americana che corre anche in IMSA e nel FIA WEC Ian James verrà raggiunto dal forte spagnolo Alex Riberas e dal competitivo inglese Ross Gunn. Ricordiamo che la coppia è legata strettamente ad Aston Martin come del resto l’intero team Heart of Racing, presente in IMSA in GTD PRO ed in GTD e successivamente presente nella classe regina tra le Hypercar a partire dal 2025.

Sabato sera, quando in Italia saranno le 19.45, scatterà l’IGTC 2024 ed per la prima volta anche il GTWC Australia, campionato giunto alla sua quarta stagione che per la prima volta verrà gestito esclusivamente da SRO. Ricordiamo che la Repco 12h Bathurst rientra nel calendario dell’IGTC dal 2016, prima edizione assoluta della serie. 

Luca Pellegrini 

Foto. IGTC