FX Pro Series 2024 | Live Streaming Grid Walk & Race 2 - Misano 23 Giugno

Suonano quasi come una resa le parole rilasciate dai piloti della Mercedes al termine del GP Bahrain di F1. George Russell ha infatti dichiarato che Red Bull vincerà tutte le gare in questa stagione, mentre Lewis Hamilton ha relegato il team a ruolo di quarta forza in griglia. A Brackley hanno alzato già bandiera bianca?

DELUSIONE BAHRAIN

Non è stato un GP Bahrain di F1 positivo per Mercedes, che si è vista superare persino da Aston Martin. Un duro colpo per il morale delle ex frecce d’argento, che sicuramente nutrivano delle aspettative più alte per la prima gara di questa stagione. Lewis Hamilton ha infatti chiuso al quinto posto dietro Carlos Sainz e venendo sverniciato da un super Fernando Alonso che ha messo a segno uno dei sorpassi più belli di giornata. Mentre George Russell ha chiuso addirittura settimo dietro l’altra Aston Martin di Lance Stroll, al rientro da un infortunio al polso.

Che la nuova W14 non rispecchiava i piani del team si era capito già dopo i test in Bahrain, ma sicuramente in casa Mercedes non ci si aspettava un divario così grande con i diretti rivali. I due piloti della Stella hanno infatti chiuso la gara con oltre 50 secondi di svantaggio dal leader Verstappen, che calcolati in 57 passaggi fanno all’incirca un secondo al giro. Eppure Toto Wolff aveva assicurato che la situazione vissuta nella passata stagione non si sarebbe ripresentata ed invece eccoci ancora qua a parlare di un progetto ancora una volta sbagliato. Un divario che ha lanciato nello sconforto anche i piloti, che dalle loro dichiarazioni post-gara sembra vogliano già alzare bandiera bianca.

RUSSELL PENSA GIA’ ALLA RESA

George Russell ha infatti dichiarato: “La Red Bull ha già il campionato in tasca e non sembra che ci sia qualcuno che possa lottare con loro. Scommetto che vinceranno tutte le gare di questa stagione”. Parole pesanti da parte del giovane inglese, anche considerato che siamo ancora alla prima gara, e come la storia ci insegna tutto può ancora succedere. 

Anche nel 2022 la Ferrari aveva iniziato la stagione con una storica doppietta contro le Red Bull alle prese con problemi di natura tecnica, ma poi sappiamo anche come è finita. Russell prosegue analizzando meglio la situazione: “Il loro passo è stato meno incisivo rispetto ai test, ma al momento hanno vita facile e possono fare quello che vogliono. Anche se non partono dalla pole, perché sappiamo che la Ferrari è competitiva sul giro secco, il loro ritmo gara è superiore a chiunque altro. Il fatto è che non avevamo abbastanza velocità, penso che ieri abbiamo superato le nostre aspettative, oggi probabilmente si torna alla realtà e dobbiamo solo continuare a lavorare.”.

MERCEDES QUARTA FORZA

Pure Lewis Hamilton ha ammesso la netta superiorità degli avversari sulla Mercedes in Bahrain, ma il sette volte Campione del Mondo ha fatto un analisi più razionale della situazione. Hamilton ha infatti dichiarato: “Non abbiamo un passo competitivo per lottare con chi ci sta davanti. Le Aston sono state molto più veloci di noi oggi. Il problema non sono le gomme, ma è la macchina. In generale il ritmo gara mi è sembrato lo stesso dell'anno scorso”. 

Problemi che Hamilton aveva già capito prima della gara: “Stamattina, quando abbiamo deciso la strategia, ho detto ai ragazzi che non sarebbe andata così bene come pensavano, e infatti è andata così. Abbiamo ancora tanto lavoro da fare. Dobbiamo aggiungere carico alla macchina perché ce ne manca davvero tanto. Non appena avremo più carico al posteriore e all'anteriore, di sicuro il nostro ritmo sarà migliore. Adesso siamo la quarta forza, e se pensiamo che l’anno scorso eravamo terzi abbiamo fatto un passo indietro”.

Insomma in casa Mercedes dopo questo deludente GP del Bahrain c’e ancora parecchio lavoro da fare, ed a Brackley dovranno trovare una soluzione al più presto onde evitare di essere la quarta forza anche alla fine di questo campionato.

Julian D’Agata