Aleix Espargaro arriva al Misano World Circuit dopo il sesto posto dell'Austria, in questi giorni è stato uno dei più critichi sull'introduzione della MotoGP "Sprint Race". Secondo lo spagnolo le due moto potrebbero essere completamente diverse tra le gare del sabato e della domenica. Il vincitore del GP d'Argentina non è contento del sesto posto in Austria soprattutto considerando che Fabio è arrivato sul podio e che Pecco è alla terza vittoria consecutiva.

L'AUSTRIA E' ALLE SPALLE

Hai detto che su alcuni tracciati, come l'Austria, non vi trovate troppo bene ma di fatto hai chiuso sesto. Su questo tracciato hai invece fatto molti test, credi sarà più facile avvicinarsi ai primi?

"Spero di si, non vedo l'ora di scendere in pista. L'Austria è sempre stata difficile per me e non mi è mai piaciuto troppo guidare lì. Io ho fatto del mio meglio ho fatto quello che potevo ed ho portato a casa un risultato dignitoso ma è difficile chiudere sesto se stai lottando per il titolo. Dovrei sempre arrivare sul podio se si è dietro a chi è primo nel mondiale e soprattutto se il terzo continua a vincere, vincere e vincere. Quest'anno la moto va meglio e spero di riuscire ad essere veloce".

SUL TEAM APRILIA RNF 2023

Ad inizio settimana è stato ufficializzata la line up del team Aprilia RNF, con Raul Fernandez e Miguel Oliveira. Cosa pensi dell'anno che verrà?

"Sono molto felice per l'Aprilia, per Razan e per i due piloti a cui do il benvenuto. E' un bel progetto per i due piloti, sono molto veloci. Sia Raul che Oliveira hanno davanti un buon futuro essendo entrambi molto giovani. Spero quindi che ci aiuteranno a lottare contro le otto Ducati il prossimo anno. Non vedo l'ora di vedere come reagiranno quando saliranno sulla moto a Valencia".

Il Team Pramac per Ducati è una sorta di "test team" credi che il team Aprilia RNF potrà fare altrettanto?

"E' una buona domanda ma alla quale oggi non ho risposta. L'organizzazione all'interno di Aprilia è migliorata tanto negli ultimi anni ed ora sono pronti a offrire le moto a dei team satellite. Raul e Miguel avranno una moto competitiva ed è un bene per tutti che ci sia una squadra satellite. Vedremo che materiale avranno e che moto avranno e come potranno lavorare un passo dopo l'altro. Sicuramente è fondamentale avere due moto veloci e due piloti forti in più con cui confrontare i dati".

Aleix sei il pilota con più esperienza in MotoGP, oggi Remy Gardner ha detto che ha il cuore spezzato dopo che KTM l'ha scaricato dopo solo metà stagione in MotoGP. E ormai non c'è spazio per lui in MotoGP la prossima stagione. Di fatto ha avuto solo una stagione per migliorare credi che queste cose dovrebbero cambiare?

REMY GARNER FUORI DALLA MOTOGP

Sei il pilota più esperto della MotoGP e quindi sai come funzionano le cose in questo mondo. Remy Gardner poco fa ci ha detto che ha il cuore spezzato per come è stato trattato da KTM. Gli hanno comunicato che non lo considerano tra i piloti in lotta per l'ultima sella disponibile dopo un solo anno in MotoGP. Pensi sia necessario cambiare qualcosa?

"Ho letto quello che ha detto Remy ma sapevamo questa cosa già dalle scorse gare. Mi spiace molto e credo sia una cosa davvero triste. Non ho una spiegazione per lui e davvero non capisco perché sia stato trattato così. Non credo sia andato così male quest'anno, ha vinto il titolo in Moto2 la passata stagione e non ha avuto la moto migliore a sua disposizione quest'anno. Cosa si aspettavano che vincesse gare? Onestamente mi spiace davvero tanto. E' molto difficile arrivare in MotoGP e dimostrare il proprio potenziale. Tutti sono velocissimi e ci sono tantissime moto competitive e veloci. Davvero cosa si aspettavano da lui? Se si aspettavano che dopo aver vinto il titolo in Moto2 chiudesse nella top5 al debutto in MotoGP allora è giusto averlo licenziato ma onestamente non ci si potrebbe aspettare una cosa così".

INFINE SULLA "SPRINT RACE"

Parlando della "Sprint Race", ti sei già espresso in questi giorni ma come credi cambierà il lavoro sulla moto?

"Per me sarà una rivoluzione, per essere veloci in una "Sprint Race" dovremo cambiare tutto e credo che le cose saranno strane per tutti. Fino a quest'anno ci prepariamo alla gara nelle FP4, nel pomeriggio ma dall'anno prossimo conteranno solo le FP1 e FP2. Con le FP2 che saranno le uniche prove che avremo allo stesso orario della gara di domenica. Quindi in quel turno dovremo sia lavorare per la gara che cercare di essere veloci per qualificarci direttamente nel Q2. Cambieranno davvero tante cose, anche e preparazione fisica nostra così come dal punto di vista tecnico. Penso potremo utilizzare più potenza e potremo regolare diversamente l'elettronica così come l'usura delle gomme potrà essere superiore".

Mathias Cantarini

LEGGI ANCHE: MOTOGP | GP SAN MARINO, FP1: QUARTARARO APRE LE DANZE

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi