F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Credits: Cadillac Racing
Credits: Cadillac Racing

Top5 sfiorata per Cadillac a Le Mans nel quarto atto del FIA World Endurance Championship. Il marchio americano ha dato a lungo battaglia con Porsche, Toyota e Ferrari, qualcosa è però mancato nel finale al termine di un evento caratterizzato dal maltempo.

Cadillac si avvicina, ma non conferma il podio del 2023

Alex Palou/Earl Bamber/Scott Dixon #2  hanno perso terreno nelle ultime battute, la strategia differente promossa da General Motors non ha pagato negli attimi decisivi della competizione automobilistica più importante al mondo.

La Cadillac #2 è stata l'unica in grado di competere per la vittoria nonostante una partenza in sordina. Discorso differente per la gemella  #3 in difficoltà in mattinata e per la vettura #331 Whelen Engineering che sin dalle qualifiche non ha retto il passo degli avversari prima di finire contro le barriere ad Indianapolis. 

Il podio sul ‘Circuit della Sarthe’ non è arrivato per gli statunitensi che in ogni caso possono contare su un progetto oltremodo competitivo che non ha nulla da invidiare a Porsche Motorsport. Il risultato del 2023 resta ancora nella mente di molti, una prestazione che ancora manca ad esempio a Porsche.

Cadillac pronta per la seconda parte del 2024

La seconda parte del 2024 sarà oltremodo impegnativa per Cadillac Racing che con Porsche, BMW e Lamborghini parteciperà alla 6h del Glen questo week-end come nuovo appuntamento dell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship. 

La serie americana è un obiettivo primario per General Motors che per ora ha saputo imporsi in quel di Long Beach con l'auto #01 di Sebastien Bourdais e Renger van der Zande. Come sempre tornerà in azione anche la vettura #31 targata Whelen Engineering, presente con i confermatissimi Jack Aitken/Pipo Derani.

Resta obiettivamente difficile, invece, puntare al titolo nel FIA WEC vista l'assenza di risultati positivi da inizio stagione ad oggi. Una vittoria in un specifico round non è però da escludere, magari nella sfida casalinga di Austin in Texas a settembre.

Luca Pellegrini - da Le Mans