Glickenhaus Racing si prepara per una nuova avventura a Le Mans dopo aver conquistato un podio durante la passata stagione. Gli americani tornano all’assalto con due vetture, la compagine statunitense farà affidamento su Romain Dumas/Ryan Briscoe/Olivier Pla #708 e  Franck Mailleux/Nathanaël Berthon/Esteban Gutierrez #709.

Romain Dumas, concludere la gara senza problemi è un obiettivo da raggiungere

In vista della maratona transalpina abbiamo incontrato il veterano Romain Dumas, protagonista che ben conosce il ‘Circuit della Sarthe’. “Essere a Le Mans è speciale, correre durante l’edizione del centenario è qualcosa di unico. Abbiamo dei vari programmi al momento in vista del fine settimana, completare la gara senza problemi sarebbe un ottimo obiettivo da raggiungere. Sappiamo perfettamente che non è semplice, ma possiamo riuscirci”. L’ex vincitore della competizione valida anche per il FIA World Endurance Championship, ha continuato dicendo: “Non ci sono stati degli aggiornamenti rispetto a Spa-Francorchamps, la vettura è la stessa che ha corso in Belgio. Quasi tutti abbiamo una notevole esperienza del tracciato, sin dai test abbiamo iniziato a provare in vista delle qualifiche di mercoledì”. Non ci sono stati aggiornamenti o modifiche sul prototipo di Jim Glickenhaus dalla 6h di Spa-Francorchamps alla sfida di Le Mans. Come accade per Vanwall, l’assenza dell’ibrido è un limite significativo che non può passare inosservato, una situazione sfavorevole nei confronti dei diretti rivali nella conquista della competizione overall. Il prototipo americano si contende virtualmente la seconda metà della graduatoria della top class, Vanwall è un valido rivale alla vigilia di una prova che si prospetta particolarmente interessante con delle condizioni atmosferiche ottimali (senza pioggia). Le Mans accoglierà due Glickenhaus, una situazione unica in tutto il FIA World Endurance Championship. Come accaduto lo scorso anno, la 6h di Monza del prossimo luglio dovrebbe essere l’ultima apparizione in pista di questo team, ricordiamo che nel 2022 l’assenza dell’équipe statunitense nelle ultime tappe all’esterno dell’Europa. Da Le Mans - Luca Pellegrini