F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Credits: Team Penske
Credits: Team Penske

Austin Cindrc ha vinto la sfida del World Wide Technology Raceway valida per la NASCAR Cup Series. Dopo 85 giorni il #2 di Penske torna a festeggiare, l'ex campione della NASCAR Xfinity Series svetta nel corso dell'ultimo passaggio grazie alla mancanza di carburante del compagno di team Ryan Blaney.

Bell ci prova, ma non basta

Le prime due Stage non hanno regalato emozioni ad eccezione della supremazia mostrata dalla Toyota #20 Joe Gibbs Racing di Christopher Bell. Il giovane portacolori del brand giapponese ha provato a confermarsi anche nell'ultimo decisivo segmento, una missione non scontata visto il ritorno delle due Ford Mustang del Team Penske.

Ryan Blaney (Menards/Richmond Water Heaters Ford #12) si è infatti ritrovato in cima alla graduatoria dopo l'ultima sosta ai box, effettuata in regime di green flag. Il campione in carica ha fatto la differenza vincendo un duello indimenticabile nei confronti di Bell, pilota che in ogni modo ha provato a sorprendere il rivale.

Tutto è cambiato all'inizio dell'ultima tornata con un progressivo rallentamento da parte di Blaney. Il portacolori del ‘Capitano’ ha alzato bandiera bianca consegnando il testimone a Austin Cindric (Freightliner Ford #2), meritatamente primo all'arrivo.

L'ex vincitore della Daytona 500 ha preceduto al traguardo Denny Hamlin (Yahoo! Toyota #11) e Brad Keselowski (Solomon Plumbing Ford #6), rispettivamente secondo e terzo davanti a Tyler Reddick (SiriusXM Toyota #45) e Joey Logano (Shell Pennzoil Ford #22).

Prima affermazione del Team Penske nella NASCAR Cup Series dopo la pole di Daytona ad inizio anno. La compagine di Roger Penske raggiunge finalmente anche un piazzamento di spicco con le stock car dopo i risultati ottenuti nella NTT IndyCar Series, IMSA WeatherTech SportsCar Championship e FIA World Endurance Championship.

Kyle Larson in attesa del waiver

Kyle Larson è ancora in attesa del waiver, il permesso della NASCAR di disputare i NASCAR Playoffs nonostante la mancata partecipazione alla Coca-Cola 600 di settimana scorsa visti gli impegni ad Indianapolis nella NTT IndyCar Series.

Ricordiamo che ogni pilota deve disputare tutte e 36 le prove della stagione per poter vincere il titolo a meno di una specifica deroga da parte della NASCAR. Il 31enne sta ancora attendendo con Hendrick Motorsports questa autorizzazione, apparentemente scontata.

L'ex campione della serie non ha corso a Charlotte visti i ritardi nella disputa della Indy500, il maltempo ha rovinato i piani al californiano che nel pomeriggio del 26 maggio ha deciso di restare nello Stato dell'Indiana al fine di provare per la prima volta l'inseguimento alla Indy500.

In attesa del waiver, Larson è già teoricamente presente nella lotta per il titolo visti i risultati ottenuti da febbraio ad oggi, l'americano si prepara insieme agli altri contendenti della NASCAR Cup Series per recarsi a Sonoma per una nuova sfida della regular season.

Luca Pellegrini