Si è da poco concluso il venerdì di libere a Zandvoort. Le prime due sessioni hanno evidenziato una Ferrari che si adatta bene a questo tracciato, riuscendo a mettere in pratica un'ottima simulazione di passo gara. Un focus va fatto sulle mescole, con la gomma Soft che è sembrata essere decisamente più prestazionale della gialla anche nell'arco di uno stint più lungo. Dall'altro lato, invece, troviamo una Red Bull non dominante come si è visto in Belgio, e con dei problemi sulla vettura di Max Verstappen che potrebbe dover scontare una penalità per la terza gara consecutiva.

GP Olanda, Ferrari da sogno con l'incubo della domenica

La Scuderia di Maranello è riuscita subito a trovare la quadra sul circuito di Zanvoort. Le Ferrari di Sainz e Leclerc si sono posizionate rispettivamente in P3 e P6 al termine delle FP1, e in P2 e P1 allo scadere delle FP2. Un risultato che sicuramente aumenta l'hype nel garage della Rossa, ma che allo stesso tempo deve far riflettere piloti ed ingegneri in vista di domenica. Il Mondiale sembra ormai chiuso e solo un miracolo potrebbe riaprirlo, ma la penalità che potrebbe ricevere Verstappen in questo weekend sicuramente non basta ad alimentare le speranze dei tifosi in questo senso. Il focus deve andare soprattutto sulla gestione della gara per la Ferrari, situazione in cui diverse volte sono stati commessi errori eclatanti sotto diversi punti di vista.

Una delle particolarità di queste prime due sessioni di prove libere è senza dubbio quanto concerne le due mescole più morbide. La Ferrari è riuscita a preservare infatti le gomme Soft in modo migliore rispetto a quanto fatto con le Medie. I tempi sul giro parlano in maniera evidente: gli pneumatici con banda gialla hanno infatti avuto un repentino degrado a differenza delle morbide che si sono usurate in maniera costante. Questa potrà sicuramente essere una chiave interessante in vista della gara, anche se per domenica è prevista, secondo Meteo France, una temperatura più bassa.

Verstappen insegue: la penalità complicherebbe il GP di casa

Dopo il dominio assoluto a Spa-Francorchamps, la Red Bull si ritrova in Olanda alle spalle di Ferrari e, potenzialmente, anche in lotta con un'ottima Mercedes. Ma la vera notizia è un'altra e riguarda il cambio della vettura di Max Verstappen. L'olandese ha infatti riscontrato dei problemi nel corso delle libere 1 e, nonostante il lavoro dei meccanici potrebbe essere necessaria una sostituzione del gearbox.

A quel punto, poiché si è già raggiunto sulla vettura di Verstappen il numero massimo di quattro scatole del cambio, il pilota di casa dovrebbe scontare una penalità di dieci posizioni in griglia di partenza, in un circuito dove sorpassare non è assolutamente semplice. Nonostante il lungo rettilineo principale, i chiari punti di sorpasso a Zandvoort sono davvero pochi, e questo scenario rovinerebbe il weekend a migliaia di tifosi orange oltre che allo stesso campione del mondo in carica.

Francesco Torrente

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi