FX Pro Series 2024 | Live Streaming Grid Walk & Race 2 - Misano 23 Giugno

Il weekend del GP d’Italia di F1 si apre con la consueta conferenza stampa dei piloti. Protagonisti di oggi: Vettel, Magnussen, Leclerc, Alonso, Latifi, Ricciardo, Hamilton, Perez e Zhou. Vediamo le loro principali dichiarazioni.

VETTEL

La conferenza piloti F1 si apre con Sebastian Vettel che qui a Monza ha colto il suo primo successo: “Ho tanti ricordi qui a Monza ma non mi sono svegliato stamattina pensando che sarà l’ultima volta che corro qui. Monza ha un significato particolare per me perché c’e tanta passione e ovviamente perché nel 2008 ho ottenuto qui la prima vittoria”.

Riguardo i progressi di Aston Martin, Sebastian ha invece dichiarato: “A Spa abbiamo fatto qualche passo avanti ma siamo migliorati nel corso degli ultimi mesi. Siamo a centro griglia e la lotta è serrata, dobbiamo fare altri passi avanti se vogliamo lottare.”.

MAGNUSSEN

Si prosegue con Kevin Magnussen che parla invece dei passi avanti della Haas: “In Olanda la macchina dava buone sensazioni, ma ho sbagliato in qualifica. Sono stato sfortunato e mi sono trovato fuori. Ho corso pochi rischi in gara e poi c’è stato l’errore in curva 2 che non mi ha permesso di portare a casa niente di buono. Per quanto riguarda Monza invece non abbiamo grosse aspettative, poiché non è una pista favorevole per noi”.

Su chi lo affiancherà il prossimo anno il danese invece dichiara: “Ci serve un pilota che vada costantemente a punti, ma ora ci siamo io e Mick che non stiamo facendo cosi male. Non sono qui per prendere posizioni ma Schumacher sta facendo un ottimo lavoro”.

LECLERC

E’ il turno di Charles Leclerc di rispondere alle domande dei giornalisti presenti per la conferenza stampa del GP Italia di F1. Il monegasco ha dichiarato: “Per una volta non sono in rosso ma in giallo per festeggiare i 75 anni della Ferrari. La settimana di Monza è sempre impegnativa per noi. Siamo stati a Milano e c’erano tanti tifosi che ci hanno fatto sentire a casa". 

“Monza mi è sempre piaciuto come circuito, anche se non ricordo quando ho corso la prima volta qui. Non è una pista che si addice alle nostre caratteristiche, ma ci sono sempre state sorprese positive e negative qui. Vedremo cosa succederà ma correre qui con la Ferrari è gioia pura. Non è una pressione per me essere qui ma anzi lo trovo estremamente piacevole. Tutti ci fanno sentire il proprio affetto”

ALONSO

Fernando Alonso è il pilota che chiude il primo gruppo della conferenza. Lo spagnolo dichiara: “Stiamo vivendo un momento positivo anche se non sono mancati i problemi. Siamo appena dietro i top team anche se la nostra posizione reale è il settimo o l’ottavo posto. Ci saranno delle penalità anche qui e magari avremo ancora una volta una posizione migliore al via. Vedremo come andrà con un setup specifico per Monza ed un ala posteriore più piccola, ma sono ottimista. Guardo con ottimismo anche ad altre gare come Suzuka”. Alonso festeggia anche le 345 gare in F1: “345 gare? E’ un numero che non conosco perché mi viene ripetuto ogni weekend. Spero di arrivare a 400”.

RICCIARDO

Il secondo gruppo di piloti F1 che prendono parte alla conferenza stampa piloti vede mancare Pierre Gasly a causa di un malore. Prende la parola Daniel Ricciardo: “Lo scorso anno è stato veramente speciale vincere qui. Ho ricordi che sono ancora molto vivi nella mia mente e non mi sembra sia passato cosi tanto. Ho sempre amato Monza, anche la pizza. Ci sono anche i miei genitori questo fine settimana, sono felice di essere qui”.

L’australiano prosegue elogiando la pista: “Questa pista ha un grande carattere e non vedo l’ora di guidare. Penso andremo bene a livello di competitività, ma tutto può succedere”. Non poteva mancare anche una domanda sul futuro: “Sto ancora guardando tutte le possibilità e nulla è ancora deciso. Non ci sono segreti, mi sembra abbastanza chiaro".

HAMILTON

Arriva il turno del sette volte campione del Mondo Lewis Hamilton, il quale risponde ad una domanda sul futuro di Ricciardo: “Daniel terzo pilota Mercedes? Credo abbia troppo talento per farlo e dovrebbe correre essendosi guadagnato il diritto di farlo. Se dovesse venire da noi sarebbe fantastico, ma se fossi il suo manager lo farei correre”.

Hamilton prosegue parlando del circuito di Monza: “E’ una pista veloce, unica e con un pubblico incredibile. In più è fantastico per i sorpassi. Guidare qui è veramente una grande emozione per il basso carico delle monoposto. La mia prima volta era nel 2007 ed ho faticato. Per il weekend ho buone sensazioni, abbiamo ridotto il divario ma non  sappiamo ancora come si comporterà la macchina. Stiamo riparando il terzo motore di Spa e qui dovremmo usare la quarta unita. Mi toccherà rimontare il più possibile”.

PEREZ

Anche Sergio Perez è ottimista per il fine settimana di Monza. “Il podio qui è fantastico ed il pubblico stupendo, spero di poterci salire domenica. Non so se siamo i favoriti ma speriamo di avere un passo simile a Spa anche se la pista è diversa. Sono curioso di vedere come ci comporteremo, ma sicuramente sarà una gara interessante".

ZHOU

Chiude la conferenza stampa piloti F1 del GP Italia Zhou, attuale pilota Alfa romeo. Il cinese ha parlato delle difficoltà incontrate finora: “E' stata dura per noi dopo la pausa estiva ma in Olanda siamo riusciti a capire meglio le gomme. Speriamo di fare meglio qui anche perché è la nostra gara di casa”.

Julian D’Agata