Dopo il 'turbolento' week-end di Portimão, la MotoGP non si ferma e fa subito tappa in Argentina, pronta a lasciarsi alle spalle le polemiche esplose dopo il primo GP della stagione. In vista della gara di domenica, in conferenza stampa hanno parlato per primi Jack Miller, Maverick Viñales, Francesco Bagnaia Marco Bezzecchi.

BAGNAIA E BEZZECCHI HANNO CHIARI GLI OBIETTIVI

Il primo a parlare è Francesco Bagnaia, che non vede l'ora di tornare in pista dopo l'ottimo weekend portoghese: "Sono molto curioso di iniziare questo weekend, l'anno scorso non siamo stati particolarmente competitivi, ma nel corso dell'ultima stagione siamo migliorati. Probabilmente venerdì pioverà, sembra che la pista sia sporca, ma faremo comunque del nostro meglio." Sulla lotta per il mondiale Pecco predica calma: "In questo momento del campionato non possiamo ancora pensare a strategie, Viñales e Bezzecchi sono molto vicini a me in classifica, devo concentrarmi su questo. È molto facile perdere punti nel Mondiale, devo essere costante". Inoltre, attenzione anche agli altri: "Ad Austin avremo un'idea più chiara con il loro rientro di Márquez e Bastianini", entrambi assenti in Argentina, a cui Bagnaia ha fatto gli auguri per una pronta guarigione.

Grande entusiasmo anche per Marco Bezzecchi, reduce da un ottimo terzo posto alla prima stagionale a Portimão. Per Bez, la strada intrapresa è quella giusta: "In Portogallo è andato tutto bene, anche se nella Sprint non sono riuscito a fare una buona gara. Dobbiamo continuare così, non penso di poter lottare per il podio in tutte le gare, siamo in fase di apprendimento, però proveremo ad essere sempre competitivi, senza smettere di divertici al box". Bez tiene i piedi per terra, ma ha le idee molto chiare: "Il mio obiettivo è vincere la mia prima gara in MotoGP, quello è il mio grande sogno, non voglio pensare ad altro per non mettermi troppa pressione addosso. Lotteremo per restare comunque tra i team più competitivi."

VIÑALES E MILLER HANNO TROVATO IL GIUSTO FEELING 

L'ottima prestazione in Portogallo di Maverick Viñales conferma il grande lavoro svolto da Aprilia questo inverno. Lo spagnolo ha iniziato la stagione con il piede giusto e vuole continuare così: "Sono curioso di vedere come andremo quest'anno, siamo più preparati adesso, il meteo cambierà, ma faremo il massimo con la nostro moto, provando a lottare per la vittoria. Il nostro gruppo è cambiato tanto, lavoriamo bene insieme, questo porta dei benefici anche alla moto, che scorre meglio in curva, una cosa che mi è mancata tanto l'anno scorso". Attenzione, però, a non strafare: "Le nostre motivazioni sono alte, ma dobbiamo mantenere i piedi per terra. Vogliamo ottenere il massimo dalla moto, per provare a essere davanti in tutte le sessioni. So di aver lavorato tanto, adesso dobbiamo essere pazienti perché siamo ancora all'inizio della stagione, dobbiamo restare concentrati e lottare sempre per le prime posizioni."

Gli fa eco Jack Miller, anche lui contento dopo la prima prova stagionale: "A Portimão ho vissuto un weekend positivo, ho fatto un grande passo avanti rispetto ai test. Sono sceso in pista facendo quello che mi riusciva meglio: gareggiare. Ho provato un po' di nostalgia, mi sento un po' più giovane, è stato eccezionale stare nelle prime posizioni con Pecco e con gli altri, il passo è stato decisamente buono". I risultati ottenuti sono da condividere con il team: "KTM ha fatto un lavoro eccezionale per me, essere qui a lottare per le prime posizioni così presto è molto bello, nonostante i molti cambiamenti" – dice Miller, che vuole migliorarsi ancora – "Dobbiamo ancora crescere per dare fastidio alla Ducati, non sono riuscito a fare un sorpasso in più, ma la moto mi ha comunque trasmesso molta fiducia, è stato un ottimo inizio."

SICUREZZA IN PISTA, UN TEMA (ANCORA) CALDO

Dopo gli episodi di Portimão, il primo ad affrontare il tema della sicurezza in pista è Pecco e lo fa con tono deciso: "Dobbiamo chiedere maggiore chiarezza sul sistema delle sanzioni. Non è semplice capirci. L'anno scorso a Misano nelle Libere 1 ho rallentato perché pensavo di avere già visto la bandiera a scacchi e mi sono preso una penalità di tre posizioni in qualifica. È molto difficile capire cosa devi fare, anche sulla sanzione di Márquez, non è facile giudicare un errore del genere, devono essere più chiari in questo."

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Viñales e Bezzecchi. In particolare, lo spagnolo sottolinea l'importanza di non lasciare troppo spazio all'interpretazione: "Abbiamo bisogno di poterci fidare del fatto che le sanzioni siano sempre corrette. Capisco che sia difficile perché le cose si possono interpretare in modo diverso, però ci deve essere una regola che sia uguale per tutti". Gli fa eco Bez, che dice: "È molto difficile fa rispettare le regole perché ci sono troppe situazioni diverse in pista. Come ha detto Pecco, sarebbe bene avere un po' di chiarezza. La Safety Commission serve proprio per trovare delle soluzioni insieme, quello è l'obiettivo."

Jack Miller, invece, prova a dare una lettura diversa a quanto accaduto domenica scorsa: "L'ultimo weekend è stato tutto sommato normale, quando sali in sella è normale che anche le emozioni salgano di giri, gli incidenti possono succedere". Questo, però, non vuol dire non sanzionare condotte pericolose, l'importante è non esagerare: "Magari c'è stato un errore da parte di qualcuno, è chiaro che se ci sono le regole vanno applicate, quello che dobbiamo chiedere è la coerenza e la costanza. Adesso hanno tutti il dito puntato contro Márquez, non voglio difenderlo, ma secondo me ne stiamo parlando troppo. C'è un limite invalicabile, ma siamo qui per fare gare, insieme come atleti dobbiamo fare il nostro meglio per trovare una misura coerente per questo sport. Se colpisci qualcuno, deve esserci una sanzione. Io non sono d'accordo nel far saltare delle gare, il punto è capire dove tracciare la linea di demarcazione."

GLI ORARI DEL WEEKEND

Piloti e team sono dunque pronti a scendere in pista a Termas de Rio Hondo. Come di consueto, il venerdì è interamente dedicato alle prove libere. Ultime prove sabato nel primo pomeriggio italiano, poi si entra nel vivo con qualifiche e Sprint Race, antipasto di quelle che saranno le gare di domenica, in programma nel pomeriggio italiano a partire dalle ore 16:00.

Venerdì 31 Marzo

  • 14:00 | Moto3 – FP1
  • 14:50 | Moto2 – FP1
  • 15:45 | MotoGP – FP1
  • 18:15 | Moto3 – FP2
  • 19:05 | Moto2 – FP2
  • 20:00 | MotoGP – FP2

Sabato 1 Aprile

  • 13:40 | Moto3 – FP3
  • 14:25 | Moto2 – FP3
  • 15:10 | MotoGP – FP (non valide per i combinati)
  • 15:50 | MotoGP – Qualifiche (Q1 + Q2)
  • 17:50 | Moto3 – Qualifiche (Q1 + Q2)
  • 18:45 | Moto2 – Qualifiche (Q1 + Q2)
  • 20:00 | MotoGP – SPRINT RACE (12 giri)

Domenica 2 Aprile

  • 14:45 | MotoGP – Warm Up
  • 16:00 | Moto3 – GARA (21 giri)
  • 17:15 | Moto2 – GARA (23 giri)
  • 19:00 | MotoGP – GARA (25 giri)

Giorgia Guarnieri

Leggi anche: MOTOGP | GP ARGENTINA: QUANTI ASSENTI A TERMAS DE RIO HONDO

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi