F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Credits: Pramac Racing Instagram
Credits: Pramac Racing Instagram

Si scioglie finalmente il nodo del mercato MotoGP più complicato tra quelli rimasti. Prima Pramac Racing lascia Ducati dopo ben 20 stagioni di fruttuosa collaborazione. La squadra capitanata da Paolo Campinoti sceglie quindi le promesse fatte da Yamaha che, dopo due anni, torna ad avere una formazione satellite.

Prima Pramac Racing - Yamaha: finalmente l'ufficialità

È da mesi che nel paddock gira questa voce, che finalmente si concretizza. Prima Pramac Racing lascia Borgo Panigale e sposa il progetto Yamaha con un contratto pluriennale. Si parla di un'offerta decisamente vantaggiosa fatta dal costruttore giapponese alla formazione toscana, dato che i Tre Diapason si incaricherebbero sia delle moto che degli stipendi dei due piloti che, nel 2025, guideranno la M1 nella formazione satellite. Dal punto di vista economico, la scelta di Paolo Campinoti ha sicuramente senso: è giusto ricordare che le formazioni private sono business e, in quanto tali, hanno la necessità di avere un bilancio “in verde” alla fine dell'anno. Dovendo pagare le future Desmosedici GP25 e l'ingaggio dei due piloti, probabilmente Campinoti avrebbe faticato a coprire tutte le spese. 

Ovviamente, con Yamaha Pramac va a perdere molta visibilità: al netto dei costanti miglioramenti della M1, nel 2025 si può sperare di stare sporadicamente nella top 10. Questo, anche per uno sponsor importante come Prima (che ha rinnovato l'accordo di sponsorizzazione prima della firma con Yamaha, ndr), è un fattore da tenere d'occhio.

Ducati perde la formazione di riferimento: a chi andranno le GP25?

Yamaha e Pramac Racing ci guadagnano da questa trattativa mentre, ancora una volta, è Ducati ad uscirne indebolita. La casa di Borgo Panigale perde la formazione di riferimento (oltre alla squadra interna, ndr) dopo vent'anni di collaborazione, 8 vittorie di Gran Premio e 12 di Sprint. Ora, con due formazioni satellite rimaste, a chi andranno le Ducati Desmosedici GP25? Pertamina Enduro VR46 Racing Team oppure Gresini Racing? A questo punto, si tratta di una mera questione di denaro: chi offrirà di più prenderà il posto di Pramac. In quest'ottica, viene comodo pensare come il gigante dell'energia indonesiano possa mettere da parte il budget necessario rispetto ad una squadra a conduzione famigliare come quella faentina. A chi andranno le moto ufficiali, con molta probabilità, andrà anche Fermín Aldeguer: lo spagnolo ha firmato ad inizio stagione un biennale direttamente con Borgo Panigale. 

Valentino Aggio

Leggi anche: MotoGP | GP Olanda: le parole dei piloti alla vigilia di Assen