Credits: Michelin Motorsport
Credits: Michelin Motorsport

E’ Maverick Vinales ad aggiudicarsi la pole position del GP delle Americhe di MotoGP. Lo spagnolo di Aprilia ha fermato il cronometro in 2:00.864, piazzandosi davanti a Pedro Acosta e Marc Marquez rispettivamente in seconda e terza posizione.

VINALES SGRETOLA IL RECORD DELLA PISTA

Maverick Vinales conquista la pole position del GP delle Americhe sgretolando il record della pista grazie alo suo 2:00.864. Lo spagnolo di Aprilia infatti riesce ad abbassare di ben mezzo secondo il tempo fatto segnare ieri da Martin nelle Practice di ieri, dando un segnale forte agli avversari. Insieme a Vinales troviamo in prima fila la rivelazione Pedro Acosta e Marc Marquez, rispettivamente in seconda e terza posizione che completano la tripletta spagnola. Pedro Acosta dal suo lato continua a sorprendere conquistando la sua prima fila in carriera nella classe regina e riuscendo a battere anche Marc Marquez, che qui ad Austin viene dato come favorito avendo vinto per ben sette volte. Lo spagnolo del Team Gresini dal canto suo può ritenersi soddisfatto della terza posizione, essendo il migliore delle Ducati.

In quarta posizione troviamo invece il Campione del Mondo in carica Francesco Bagnaia, che mette la sua GP24 davanti al compagno Enea Bastianini e Jorge Martin, rispettivamente in quarta ed in quinta posizione. Lo spagnolo del Team Pramac è però caduto per ben due volte nel corso delle qualifiche, essendo scivolato prima in curva 11 e successivamente alla 18. Caduta anche per Aleix Espargaro che perde l’anteriore in curva 2 e non riuscendo ad andare oltre la settima posizione. Ottava casella per la Ducati del Team VR46 di Fabio Di Giannantonio che precede Franco Morbidelli e Marco Bezzecchi, rispettivamente in nona e decima piazza. Se il “Morbido” inizia a trovare il feeling con la GP24, continuano le difficoltà per il “Bez”, autore anche lui di una scivolata alla curva 1.

HONDA E YAMAHA SEMPRE IN DIFFICOLTA'

Fuori dalla Q2 ed in 13esima e 14esima sono rimaste le due Aprilia del Trackhouse Racing di Raul Fernandez e Miguel Oliveira, che comunque riescono a fare meglio sia delle Yamaha che delle Honda. Alex Rins ha infatti chiuso 15esimo dopo la vittoria dello scorso anno, mentre Fabio Quartararo non è riuscito ad andare il 16esimo posto. Delude anche Brad Binder, che si piazza 17esimo davanti ad Augusto Fernandez dopo una caduta in curva 11, mentre chiudono lo schieramento le Honda capitanate questa volta da Johann Zarco, che ottiene il miglior tempo per i portacolori della casa giapponese, avendo messo le ruote davanti a Mir, Nakagami e Luca Marini, ultimo anche oggi. Appuntamento alle 22 per la Sprint del GP delle Americhe di MotoGP, di seguito la griglia di partenza:

Julian D’Agata

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi