La vettura #66 di Michelotto e Stadsbader, vincitrice dopo le penalità a Imola
La vettura #66 di Michelotto e Stadsbader, vincitrice dopo le penalità a Imola

Due Lamborghini Huracàn davanti a tutti al termine di Gara-1 a Imola, dove il Campionato Italiano Gran Turismo Sprint sta vivendo il suo secondo weekend stagionale. La vettura #85 di Imperiale Racing pilotata da Philip Denes e Jack Bartholomew, però, è stata squalificata nella nottata di Imola, dopo che era risultata sottopeso nei controlli post gara. La scuderia di Mirandola ha così perso il successo, che è andato all'equipaggio #66 di VSR, composto da Michelotto e Stadsbader. Secondo posto per l'Audi di Moncini e Cola; in Pro-Am vittoria per Sandrucci e Wiebelhaus. 

Denes scappa, Bartholomew amministra

La partenza è stata perfetta per Philippe Denes, che ha potuto portare la sua Lamborghini davanti a tutti grazie ad uno start che ha bruciato tutti i rivali. La vettura di Sant'Agata si è dimostrata particolarmente a proprio agio sul tracciato romagnolo, preparata alla perfezione da Imperiale Racing. L'americano ha portato a circa 5 secondi il suo vantaggio su Michelotto, prima di fermarsi al giro 14 per lasciare il volante al suo co-equipier Jack Bartholomew. 

L'inglese si è quindi ritrovato con un vantaggio simile su Gilles Stadbader, con il belga che nel frattempo aveva preso il posto di Michelotto. Nella parte finale, dunque, Bartholomew ha potuto amministrare il vantaggio, salvaguardando il mezzo e portandosi a casa un meritato primo successo. Stadsbader, invece, si è concentrato sulla gestione del secondo posto, che gli ha permesso di confermarsi in testa alla classifica assoluta, grazie anche ai problemi occorsi agli altri equipaggi. Gestione comunque per nulla semplice, viste le temperature raggiunte oggi a Imola, che non hanno concesso tregua agli equipaggi. 

Audi terza, Nurmi e Fabi out

A completare il podio è stata la Audi R8 LMS di Tresor Audi Sport Italia, con Cola a capitalizzare l'ottimo lavoro svolto da Moncini nella prima fase. L'italiano ha beneficiato anche un contatto tra la vettura gemella di Delli Guanti e la BMW M4 GT3 di Klingmann, con il tedesco che si è così trovato a dover effettuare una sosta aggiuntiva dopo aver preso il volante da Jake Dennis, campione in carica F.E che ha sostituito Hesse per l'occasione. 

La gara si è conclusa in anticipo a causa di una bandiera rossa esposta dopo il contatto tra Nurmi e Fabi, che ha messo fine alla gara di entrambi e inondato la pista di detriti. Peccato, perchè la red flag ha vanificato un bellissimo sorpasso al Tamburello del rimontante Enzo Trulli ai danni della Mercedes AMG GT3 di Wiebelhaus

Mercedes al successo in Pro-Am e Am

Proprio il tedesco, in coppia con Gustavo Sandrucci, ha ottenuto il successo nella categoria Pro-Am, davanti alla 296 del bravissimo Trulli e di Bontempelli. Terza posizione per la #8 di Ceccato Racing, con la coppia formata da Ebrahim e Malvestiti. Per quanto riguarda la AM, ancora Mercedes e Antonelli Motorsport davanti a tutti, con la coppia americana formata da McGee e McIntosh a precedere la Honda NSX di Ciglia e Magnoni. 

La nuova classifica Aci Gt dopo le penalità
La nuova classifica Aci Gt dopo le penalità

GT Cup: i cugini Pollini vincono la Prima Divisione

Vittoria in GT Cup per la Lamborghini dei cugini Pollini, anche grazie ad un drive through imposto alla vettura di Patrinicola e Pegoraro in seguito ad una partenza non regolare da parte di quest'ultimo. Uno start viziato da un incidente scatenato da una manovra giudicata non corretta da parte della Direzione Gara di Mainetti, che ha portato alla squalifica del pilota e del suo co-equipier Federico Scionti. 

Seconda posizione assoluta e prima nella Am per la Ferrari 488 Challenge Evo di Casè e Borelli, davanti a Sam Hanckock e Cristopher Milner. Quarta piazza per i giovanissimi deb Mattia Raffetti e Rosario Messina, davanti a Pegoraro-Patrinicola, sicuramente l'equipaggio più veloce in pista. 

La Seconda Divisione è stata invece vinta da Pisani e Zerbi, mentre la Am è stata appannaggio di Liana e Polverini. 

La classifica della Gara-1 GT Cup
La classifica della Gara-1 GT Cup

Appuntamento a domani con la seconda gara del Campionato Italiano GT Sprint a Imola, che chiuderà il secondo round stagionale; vedremo chi riuscirà ad insidiare il dominio Lamborghini visto oggi in pista. 

Da Imola -  Nicola Saglia

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi