Uno dei protagonisti assoluti del GP di San Marino è senza dubbio Dani Pedrosa. Un weekend da incorniciare per lo spagnolo, wild card KTM, che a Misano fa sognare con due quarti posti che valgono moltissimo. Per lui, per KTM e per tutti gli appassionati di MotoGP.

UN TUFFO NEL PASSATO

Dopo l'ottima Sprint Race di ieri, nella gara odierna Pedrosa ha concesso il bis, arrivando nuovamente al traguardo ai piedi del podio. Un'altra prestazione maiuscola, che ci riporta con la mente agli anni dei "Fantastici 4" [Rossi, Lorenzo, Stoner e, appunto, Pedrosa, ndr], in cui Dani era capace di regalare emozioni con il suo stile pulito e traiettorie impeccabili.

A fine giornata, è estremamente lucido nell'analizzare la sua domenica: "Una gara simile a quella di ieri, ma più lunga. Ho faticato un po' nei primi giri con il posteriore perché non riuscivo a mandarla in temperatura. All'inizio ho perso il contatto con i tre davanti, poi Binder mi ha raggiunto e sorpassato. L'ho lasciato andare perché avevo problemi di grip e non riuscivo a stargli dietro. Poi Binder è caduto e ho recuperato la terza posizione. A quel punto, con le gomme in temperatura, ho provato ad aumentare un po' il ritmo per raggiungere il gruppo davanti. Negli ultimi giri, Bagnaia aveva problemi e ho provato a stargli vicino per provare ad attaccarlo, ma quando mi ha sentito arrivare ha dato tutto quello che aveva per tenermi a distanza. Un bel weekend, in generale sono molto contento. Ringrazio tutto il team, hanno fatto un lavoro eccellente."

Ieri aveva ammesso di aver pensato concretamente al podio nella Sprint. Un pensiero che non ha lasciato la sua mente, come ha ammesso lui in primis: "Dopo la Sprint, quando ho visto che avevo più ritmo di Pecco, ho pensato che avrei potuto arrivare sul podio oggi. Con una buona partenza e un buon ritmo avrei potuto farcela. Ci ho provato, ma facevo più fatica di ieri. Purtroppo non è andata bene e non ho raggiunto il podio come sognavo, ma sono comunque felice del risultato finale."

Felice del risultato, Pedrosa ha poi raccontato quali sono state le sue sensazioni nel corso del weekend. Emozioni diverse tra sabato e domenica, come ci ha raccontato lui stesso: "Oggi ho avuto di più sensazioni 'da gara'. Sinceramente, a fine corsa ho pensato 'questa sì che è una gara'. Quello della Sprint è stato un risultato importante, che può dare motivazioni in più, però quella di domenica è differente, bisogna gestire le cose diversamente. Oggi ero più nervoso, non so perché. Ieri alla partenza ero tranquillo, mentre stamattina sentivo già di più la tensione. Forse perché sapevo che avremmo usato la gomma media, non saprei."

UN RITORNO? "IMPOSSIBILE". E SU MARQUEZ...

E poi, non è mancato spazio per le provocazioni. In soli due weekend di gara [l'altra è stata a Jerez, ndr], infatti, Pedrosa ha totalizzato più punti di Marc Márquez e Joan Mir. Un dettaglio non da poco, soprattutto considerato il passato di Dani in HRC: "Non posso parlare per Honda, ma solo per KTM. Abbiamo fatto un ottimo lavoro, siamo molto contenti dei risultati ottenuti con queste wild card".

Le attuali difficoltà di Honda sono note a tutti, ma cosa farebbe lui al posto di Márquez? "È una risposta difficile da dare, in primis perché non sono Marc e poi perché non so bene come siano andate le cose in questi anni. Lui ha alle spalle una storia importante con Honda e Repsol, ed è l'unico che conosce bene tutto il quadro. In ogni caso, quella attuale è una situazione molto difficile. Non posso dire cosa farei al suo posto, ma penso che a prescindere prenderà la decisione migliore per il suo futuro." 

Infine, per chiudere, Dani esclude categoricamente un suo ritorno in MotoGP a tempo pieno: "È sempre bello tornare a gareggiare e fare bene, però non è qualcosa di cui sento molto la mancanza. Mi sono divertito molto, non lo nego, ma ogni cosa ha il suo tempo. Il mio è passato, ora abbiamo altri piloti giovani interessanti da tenere d'occhio. Io stesso apprezzo di più le gare da fuori, nonostante sia stato tutto fantastico sia qui che a Jerez. Sono felice così, non ho intenzione di tornare e dopo questo weekend ne sono ancora più convinto. Abbiamo più piloti che moto a disposizione, non voglio complicare le cose ulteriormente."

Dalla nostra inviata a Misano Giorgia Guarnieri

Leggi anche: MOTOGP | GP SAN MARINO, GARA: MARTÍN FA IL BIS, BEZZECCHI E BAGNAIA A PODIO