Jonathan Rea conclude la sua storia con Kawasaki e passa in Yamaha. La notizia era nell'aria da settimane, ma adesso arriva la conferma ufficiale. Il team ufficiale della casa di Akashi ha pubblicato oggi un comunicato stampa, in cui annuncia la fine del rapporto, mentre Yamaha ha da poco rilasciato il proprio annuncio. Il sei volte iridato salterà in sella alla R1 a partire dal 2024 in sostituzione di Razgatlioglu, accasatosi in BMW, mentre i "verdi" stanno ancora cercando il suo sostituto.

Jonathan Rea e la Kawasaki: al capolineao una storia piena di successi

Il sodalizio tra Rea ed il costruttore nipponico dura da ben nove anni. Il pilota dell'Ulster arriva nel 2015, dopo aver tentato in tutti i modi di vincere con la Honda. In sella ad una ZX-10RR ormai matura, il numero 65 domina la stagione, vincendo il primo titolo. Ne seguiranno altri cinque, con ben 104 vittorie singole. Il duo distrugge ogni record, fino a quando l'incantesimo non si spezza.

Nel 2021 l'accoppiata di Toprak Razgatlioglu e la Yamaha raggiungono e superano il tandem Rea-Kawa, conquistando il campionato. Johnny evoca un progetto nuova, che superi i deficit di quello in uso soprattutto a livello di potenza. Ma dal Giappone arriva una semplice evoluzione, che si dimostra impotente nei confronti dei nuovi concorrenti. Nel 2022 Rea guarda da spettatore il trionfo della Ducati e di Alvaro Bautista, che si sta ripetendo anche quest'anno.

Jonathan aspetta fiducioso novità dalla Kawasaki, ma riceve solo vane promesse. Alla prospettiva di continuare con una moto "vecchia", e con una squadra che non mantiene la parola data, il numero 65 prende la decisione che forse nessuno si aspettava. Fondamentale è il passaggio di Razgatlioglu alla BMW, che libera un posto in Yamaha.

 
Visualizza questo post su Instagram
 

Un post condiviso da Jonathan Rea (@jonathan_rea)

Chi prende il posto di Johnny in Kawasaki?

Con Jonathan Rea in partenza dalla Kawasaki, si libera un posto in una delle squadre più ambite del mondiale Superbike. Uno dei candidati per quella posizione è Scott Redding, il quale si trova in una posizione difficile in BMW. L'inglese vede arrivare la superstar Razgatlioglu, e non disdegna l'idea di cambiare aria. La possibile alternativa è Axel Bassani, che così avrebbe finalmente in mano una moto ufficiale. La terza via passa da un altro italiano, Michael Ruben Rinaldi, o dallo spagnolo Adrian Huertas. Chi sarà il prescelto?

Riccardo Trullo

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi