F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Le qualifiche del GP di Singapore di F1 hanno visto protagonista il rosso Ferrari. Carlos Sainz ha conquistato la seconda pole di fila, al termine di una sessione tirata come non mai. Charles Leclerc ha mancato la prima fila per soli sette millesimi. La SF-23 è apparsa competitiva a Marina Bay e sembrano esserci le premesse per una domenica da sogno.

Sainz veloce con una Ferrari equilibrata

Carlos Sainz ha mostrato una gran velocità fin dal venerdì. Le premesse per un gran sabato c'erano tutte, ma sul cittadino di Marina Bay l'errore è sempre dietro l'angolo (Lance Stroll docet). Carlitos non ha sbagliato nulla, portando a casa la seconda partenza al palo consecutiva. Non solo: il passo visto nelle libere fa ben sperare anche per domani, approfittando di una Red Bull apparsa in forma non invincibile. La Ferrari era preoccupata alla vigilia di questo GP, ora la musica è diversa.

La SF-23 ha sempre sofferto le piste ad alto carico, come questa. La mancanza di curve veloci ed un assetto particolarmente aggressivo con altezze da terra minime hanno mitigato la mancanza di equilibrio aerodinamico della Rossa. Paradossalmente  il bilanciamento della Red Bull, che ha troppo grip all'anteriore ed un retrotreno "che scappa via", ha fatto soffrire la scuderia di Milton Keynes.

Leclerc manca la prima fila per un soffio

Oltre a Sainz, anche Charles Leclerc ha brillato. Il monegasco non ha avuto lo stesso passo di Carlos, ma si è difeso bene in tutte le tre sessioni. Nel finale del Q3 ha firmato un 1'31"063 che lo ha portato a meno di otto centesimi dallo spagnolo, facendo presagire ad una doppietta del Cavallino.

Ma George Russell ha guastato la festa rossa, battendo Charles per appena sette millesimi. Decisivo è stato il secondo settore, dove il pilota Mercedes ha staccato il miglior crono assoluto. La Stella d'Argento numero 63 sarà una rivale per la vittoria finale, assieme alla McLaren di Lando Norris. Dopo le qualifiche a firma Ferrari, il GP di Singapore di F1 prosegue con la gara, che scatterà domani quando in Italia saranno le 14.

Riccardo Trullo