La Mercedes ha presentato la W14 che, nel campionato che prenderà il via il prossimo 5 marzo in Bahrain e affidata a Lewis Hamilton e George Russell, avrà il compito di riportare il team di Brackley a lottare per entrambi i titoli mondiali dopo un 2022 decisamente al di sotto delle aspettative.

LA CARICA DI TOTO

Ed è l'obiettivo al quale la Mercedes non può sottrarsi così come sottolineato da Toto Wolff nelle dichiarazioni a margine della presentazione della vettura 2023: "Le nostre speranze e aspettative sono sempre quelle di poter lottare per un Mondiale.Tuttavia, i nostri concorrenti sono stati molto forti l'anno scorso e stiamo recuperando terreno. Competere al top richiede resilienza, lavoro di squadra e determinazione. Affrontiamo ogni sfida, mettiamo la squadra al primo posto e non lasceremo nulla di intentato, quest'anno faremo di tutto per tornare davanti".

MIGLIORARE LA PASSATA STAGIONE

Inevitabile per il manager austriaco ritornare con la mente alla passata stagione e alla W13 che, solo nel finale, ha dato qualche gioia agli uomini in nero: "L'anno scorso è stato difficile ma ci ha insegnato molto. Spero che il 2023 dimostrerà che abbiamo capito come sbrogliare i problemi e migliorare il pacchetto della vettura. La W13 ha sicuramente avuto prestazioni che non siamo mai riusciti a sbloccare e sfruttare al meglio, ma si è comportata molto bene alla fine della stagione. Tuttavia, abbiamo avuto il famoso bouncing su alcuni circuiti e la vettura non ha mai permesso ai piloti di poter spingere davvero. Abbiamo cercato di mantenere le qualità della W13 e risolvere i suoi punti deboli. La sfida di quest'anno è di sviluppare al massimo le prestazioni della scorsa stagione, con la squadra che ha affrontato le varie problematiche sia a Brackley che a Brixworth".

CURA AL MINIMO DETTAGLIO

Affrontando il discorso sul colore della livrea, Toto Wolff ha affermato che la scelta fatta non è stata solamente per un mero fine estetico: "Eravamo in sovrappeso l'anno scorso. Quest'anno abbiamo cercato di capire dove potevamo recuperare ogni singolo grammo. Ovviamente, al di là del peso,  quando abbiamo livrea nel 2020 il principale fattore trainante è stato sostenere le cause della diversità e dell'uguaglianza che sono sempre vicini al nostro cuore. Il colore nero è diventato parte del nostro DNA a quel punto siamo stati lieti di riproporla".

W14 EVOLUZIONE DELLA W13

Come per la stragrande maggioranza dei team, la vettura 2023 è un'evoluzione di quella della passata stagione e a spiegare la fisolofia su cui si è basata la Mercedes è il direttore tecnico del team, Mike Elliott: "L'anno scorso, una volta capito cosa dovevamo fare, ci è voluto molto lavoro per farci andare avanti. Verso la fine della stagione siamo migliorati e l'inverno è stato un reset. Abbiamo fatto tutte le cose che noi avevamo in mente di fare con la W13 e che non eravamo riusciti a fare causa di vincoli di risorse o perché il nostro obiettivo era risolvere altri problemi.Con questa generazione di auto, le prestazioni sono tutte nei dettagli. Quando guardi la W14, vedi il DNA della W13 ma anche molta evoluzione e miglioramento dei dettagli".

OBIETTIVO VITTORIA PER LEWIS

Dopo non essere mai salito sul gradino più alto del podio nella passata stagione, per Lewis Hamilton il 2023 dovrà essere l'anno della riscossa con il 38enne anglo-caraibico che non ha nessunissima intenzione di abbandonare il Circus, almeno nell'immediato: "Vedere l’evoluzione della vettura e le modifiche apportate è affascinante. Abbiamo riprogettato, ottimizzato e innovato molte parti della monoposto e questo è impressionante. E poi adoro la nuova livrea. Sembra dire che facciamo sul serio! Ritiro? Punto a rimanere in questo sport ancora per un po. Sono entusiasta di tornare a correre. Mi sento calmo, carico di energia e concentrato. Sono pronto a fare ciò che è necessario per vincere. Rivali? “Siamo tutti ansiosi di scendere in pista e vedere cosa abbiamo tra le mani. Abbiamo visto tutti presentare le auto e abbiamo provato a zoomare le foto per vedere qualche dettaglio, ma fino alla prossima settimana non sapremo qual è il livello di tutti in termini di auto e prestazioni".

COLPITO DAL TEAM

Dopo aver ottenuto la sua prima vittoria in Formula 1 e un lusinghiero quarto posto finale, George Russell è pronto ad affrontare la sfida di migliorare un 2022 che per il team è stato sotto le aspettative: "Siamo pronti a vincere. Abbiamo lavorato sodo su questa vettura, c’è stato un grande lavoro in fabbrica perché non intendiamo ripetere la scorsa stagione. La W14? Esteticamente fantastica, la trovo audace e aggressiva. Indubbiamente si fa notare. Sono rimasto incredibilmente colpito da come il team ha sviluppato la vettura nel corso della passata stagione. Siamo rimasti entusiasti di vedere com’è progredito l’intero progetto durante l’inverno. La pausa è stata lunga e c’è molta attesa per capire se la W14 sarà all’altezza delle nostre aspettative. Sono entusiasta e dobbiamo vedere come si comporterà la macchina una volta che scenderà in pista, perché in questa fase si parla parecchio".

Vincenzo Buonpane

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi