Il CIV Superbike ha coronato Lorenzo Zanetti come campione al termine di una Gara 2 dai risvolti incredibili. Il pilota Broncos Racing Team è stato colpevole nella caduta che ha coinvolto anche l'infortunato Michele Pirro, ma gli ha comunque consegnato il primo titolo italiano.

UN FINALE AGRODOLCE

Ci eravamo immaginati tutti gli scenari possibili per la fine del CIV Superbike 2023, ma di certo questo non era previsto. Una doppia caduta che ha messo K.O. Michele Pirro, eroico nel finire la gara nonostante una Panigale malconcia ed una frattura al malleolo tibiale (ora prontamente operato, nde). Lorenzo Zanetti ha sbagliato, questo è fuori discussione: una gara al limite per "Zorro", che nella conferenza stampa di Sabato aveva dichiarato "ghiaia o gloria" riferendosi alla decisiva Gara 2. Nel caso del neo-campione del CIV Superbike, si è trattato di ghiaia e gloria. Ciò che è certo è che il CIV non si meritava un finale del genere, anzi. Una battaglia in pista avrebbe fatto più piacere: ora invece tutti si ricorderanno della caduta, piuttosto che della vittoria del titolo.

LA DINAMICA DELLA CADUTA

Appena arrivato in conferenza stampa, Lorenzo Zanetti ha spiegato la dinamica dell'incidente. "Stavo preparando il sorpasso su Alessandro Delbianco: ero uscito meglio dalla 'Rivazza 2' ma la Yamaha ha una bella progressione. Ero interno e non avevo altra scelta che tagliare all'interno vicino al muretto. Probabilmente questa scelta mi ha portato ad allungare la staccata: sappiamo com'è la 'Variante Bassa'. Se non ci fosse stato Pirro avrei tagliato la chicane".

"NON VOLEVO FINIRE COSÌ"

Incoronato campione CIV Superbike, Lorenzo Zanetti non era del tutto contento a fine gara, come dichiarato in conferenza stampa. "Non è il modo nel quale volevo chiudere la gara ed il campionato. Spero che Michele Pirro stia bene: siamo avversari ma abbiamo sempre corso con rispetto. Una volta frenato non avevo più alcun margine di manovra e non potevo fare altro che prenderlo. Mi dispiace chiudere la stagione in questa maniera, anche perché venivo da un momento molto positivo. È brutto, ma a fine campionato paga ciò che abbiamo fatto durante tutto l'anno".

Da Imola - Valentino Aggio

Leggi anche: CIV | IMOLA, GARA 2: SI CONFERMANO PÉREZ E TESINI, NUÑEZ A SORPRESA IN SS300