F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Dopo un lungo inverno di attesa, il Time Attack Italia è finalmente pronto per tornare a “scaldare” l’atmosfera riaccendendo i motori in occasione del round inaugurale della stagione 2023. La serie organizzata da Andrea Scorrano riparte dal Mugello Circuit, per il primo dei sei appuntamenti che andranno a caratterizzare il calendario della nuova sfida per la caccia al giro veloce. Confermata la presenza in pista dei principali protagonisti delle precedenti edizioni, insieme a qualche interessante novità che riguarderà anche il format di gara, grazie alla nuova suddivisione nei raggruppamenti GT Series, Street Series e Racing Series.

ZELI A CACCIA DEL SESTO TITOLO

L’undicesima edizione della serie organizzata da Andrea Scorrano riparte dopo la conquista del titolo assoluto 2022 da parte di Serse Zeli, capace di salire sul trono per la quinta volta consecutiva a bordo della sua Mitsubishi Lancer Evo X. I competitor per il pilota svizzero di certo non verranno comunque a mancare, in un confronto che promette di essere equilibrato ed avvincente anche nelle singole classi. Proprio nella Extreme 4WD, ovvero la classe regina della serie aperta unicamente a vetture in configurazione “racing”, vi sarà infatti la presenza di Olivia Merlini, l’altra portacolori del team J-Spech Performance e reduce dalla conquista della seconda piazza assoluta nella scorsa stagione. Ambizioni di successo anche per Giuliano Anzelini e Manuel Gadeschi, entrambi al via al volante di una Subaru Impreza.

Per quanto riguarda le classi Open, aperte unicamente a vetture provenienti da serie, nella Open 3700 la sfida sarà tra le Porsche Cayman di Danilo e Giuseppe Mantini, mentre Daniele Taglienti (Grande Punto Abarth), Mirko Gagliano (Punto Evo Abarth) e Alessio Corsi (500 Abarth) si contenderanno il trono nella Open 3000. A completare il parterre di vetture al via anche la presenza della Bmw e46 GT3 di Luca Raddi, in gara nella classe Open 2000.

CLASSI PRO: VALENTINI E BASSANINI PUNTANO AL BIS

Tutta da seguire anche la sfida nelle classi Pro, dedicate a vetture racing 2WD con limitazioni e divise per cilindrata. Saranno ben dodici le vetture al via nella Pro 3700, dove spicca il ritorno di Alan Simoni su Honda NSX, insieme alla presenza del campione in carica Omar Valentini (Bmw M3 3.2) e a quella di Massimo Navatta su Ginetta G55, lo scorso anno giunto secondo. A completare il quadro dei favoriti anche le Bmw M3 e90 di Alberto e Riccardo Fumagalli, le Golf GTI di Alex Rasetta e Beat Stadler, senza dimenticare le Bmw M3 e46 di Roberto Romani e Maurizio Chignola. Confermata anche la presenza di Christian Morisco su Audi TT e di Ennio Zamperini a bordo della sua Porsche 930.

Il confronto si preannuncia altrettanto interessante nella Pro 3000, dove il detentore del titolo Cesare Bassanini si ripresenta al volante della Fiat 500 Abarth con l’obiettivo di sfidare la temibile concorrenza rappresentata da Rino Gabucci (Grande Punto Abarth), Manuel Stefani (Clio Cup) e Roberto Omati (Mini r56). Inoltre, da segnalare la presenza di Luca De Stefani nella classe Pro 1600 al volante della Citroen Saxo VTS.

LA NOVITA' GT SERIES

Passando alla Time Attack GT Series, ovvero la competizione dedicata a vetture provenienti da trofei monomarca o campionati GT, il campione assoluto 2017 Andrea Gazzetti (in gara per la prima volta al volante di un’Audi R8 GT3) sarà ai nastri di partenza della GT3, classe in cui dovrà sconfiggere la concorrenza di Gualtiero Branco, quest’ultimo su Ferrari 488 GT3. Nella classe GT Super Cup spicca il confronto tra le Lamborghini Huracàn di Roberto Cerioli e Ignazio Cannavò (quest’ultimo al top lo scorso anno nella Extreme GT), mentre Roberto Sestini sarà al via nella GT Cup a bordo di una Ferrari 458 Challenge Evo 1.

SFIDA APERTA NELLE CLASSI STRADALI

Per quanto riguarda invece il capitolo riservato alle vetture strettamente stradali, nella classe Supercar ci sarà la conferma di un “veterano” del calibro di Andrea Levy su Dallara Stradale, chiamato al confronto con Stefano Pezzucchi (Mercedes AMG) e Matteo Gabbi, quest’ultimo su Porsche 911 Turbo. Apertissima la situazione nella Superstreet, con Dino Cicala, Massimo Petrella ed Ermanno Bocca (tutti su Bmw m2 Competition) pronti a recitare un ruolo da protagonisti, insieme alle Honda Civic Type R di Luca Volpi e Jacopo Battisti, oltre alla Dallara Stradale (in versione Full Stock) di Alexandre Da Silva.

Altrettanto interessante il lotto dei concorrenti presenti nella classe Street: occhi puntati su Davide Barbariol (Toyota Yaris GR), Chrisman (Audi TT) e Fabrizio Giunta (Seat Leon Cupra), senza sottovalutare le velleità da parte di Gianluca Rasile (Ferrari 360 GT), Michele Pacillo (Bmw m240i), Elvio Guzza (Audi RS3) e delle Toyota Supra di Oleksandr Vovolka e Matteo Spera.

Nella Street Limited, attenzione al duello tra Marco Palmeri (Audi TT), Giorgio Chierichetti (Golf GTI) e Cesare Quacquarelli (Renault Megane RS), con Davide Barbariol che sarà in pista al volante di una Alpine A110 e Alessandro Coco su una Fiat Punto Abarth. Tante novità nella classe Pocket Rocket, grazie alle presenze femminili di Federica Levy su Fiat 124 Abarth e di Ilaria Antenucci su Grande Punto Abarth, le quali saranno chiamate alla sfida con Alessandro Locatelli (Renault Clio RS) e Pietro Candito (Renault Megane RS). Infine, nella Clubman il primo round stagionale proporrà il confronto tra Kevin Irribaren (Toyota Celica) e la Mazda Mx5 di Andrea Vaccaneo.

SCORRANO: "ORGOGLIOSI DI QUANTO FATTO"

"Arriviamo a questo primo appuntamento - dichiara l'organizzatore Andrea Scorrano - al termine di un lungo percorso di preparazione durato tutto l’inverno, ma siamo orgogliosi di presentare un parco partenti di assoluto livello e di poter dare vita all’undicesima edizione di questo campionato. Sarà sicuramente interessante seguire il confronto nelle varie classi in gara: abbiamo lavorato duramente per la migliore suddivisione possibile e per creare un format in grado di soddisfare e valorizzare tutti i nostri concorrenti. Siamo convinti che sarà un’altra stagione straordinaria: ringrazio tutti coloro i quali anche quest’anno hanno voluto credere nel nostro progetto e siamo pronti per vivere insieme a loro un’annata emozionante sulle principali piste italiane!”

IN TRIBUNA CON 5 EURO

Il programma di Domenica 12 Marzo prevede l’inizio delle prime sessioni di prove libere alle ore 9:00, con la sfida che entrerà nel vivo a partire dalla tarda mattinata e culminerà nel consueto appuntamento finale con l’adrenalinico Superlap, che decreterà anche la classifica finale di giornata. In pista vi sarà inoltre la presenza del campionato GT3isti Challenge, in azione anche quest’anno al fianco del Time Attack Italia in tutti i sei appuntamenti del calendario. Gli appassionati avranno la possibilità di assistere alla competizione al costo di 5 euro, acquistando i tagliandi direttamente all’ingresso dell’autodromo e potendo usufruire dell’accesso alla tribuna principale e al paddock.