F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Saranno 38  le vetture presenti nell'entry list del FIA World Endurance Championship 2023 (WEC), campionato che scatterà a marzo in quel di Sebring. La mitica location americana segnerà il via dell'undicesima stagione del Mondiale Endurance che celebrerà quest'anno anche il centenario della 24h di Le Mans. L'edizione che ci apprestiamo a commentare segnerà l'inizio di una nuova era, ci sarà da divertirsi con 13 presenti nella top class.

https://twitter.com/FIAWEC/status/1613113525668306944

WEC 2023: Ferrari torna, debuttano le LMDh 

Dopo 50 anni anche Ferrari sarà della partita con l'inedita 499P e due equipaggi di primo profilo composti da Nicklas Nielsen/Miguel Molina/Antonio Fuoco #50 e da Alessandro Pier Guidi/James Calado/Antonio Giovinazzi. Il brand italiano darà sicuramente battaglia, un ritorno che segna una pagina indelebile delle competizioni di durata.

Occhi puntati però anche sulle LMDh, prototipi che debutteranno a fine gennaio a Daytona nell'opening round dell'IMSA WeatherTech SportsCar Championship. Michael Christensen/Fred Mako/Dane Cameron #5 e Kevin Estre/Laurens Vanthoor/André Lotterer #6 rappresenteranno Porsche, costruttore che rientra dopo alcuni anni d'assenza con Penske ed un prototipo basato su un telaio Dallara.

Cadillac, invece, ha deciso di scommettere su Dallara, Chip Ganassi Racing ed un interessantissimo terzetto composto da Earl Bamber/ Alex Lynn /Richard Westbrook. Due vetture extra dovrebbero aggiungersi per la 24h Le Mans, manifestazione da non perdere che si terrà ad inizio giugno.

Peugeot e Toyota confermano la presenza, c'è anche Glickenhaus nel WEC 2023

Peugeot e Toyota hanno confermato la propria presenza a tempo pieno, un binomio che abbiamo già visto nella passata stagione. Il brand francese sarà al via per il secondo anno consecutivo nel FIA WEC, mentre i nipponici dovranno difendere il primato con Kamui Kobayashi/José Maria Lopez/Mike Conway #7 e Ryo Hirakawa/Sébastien Buemi/Brendon Harthley #8.

Una vettura verrà portata in scena anche da Glickenhaus, una seconda potrebbe aggiungersi per Le Mans. Gli americani puntano ad una presenza fissa nella serie, l'ultimo evento disputato risale alla 6h di Monza 2022.

Bykolles vince la sua battaglia, Isotta Fraschini assente 

Bykolles ha vinto la sua battaglia e potrà gareggiare con la propria Vanwall Vandervell 680 che ha effettuato molteplici test nell'ultimo periodo. La vettura gareggerà con bandiera austriaca, Jacques Villeneuve sarà al via con l'auto #4 accanto a Tom Dillmann ed ad Esteban Guerrieri. Prima volta per il canadese nel FIA WEC, una stella che si aggiunge ad un'entry list di primo profilo.

Discorso differente per Isotta Fraschini che recentemente aveva presentato un accordo con Vector Sport. La realtà britannica spicca al momento in LMP2 con Ryan Cullen, un programma identico a quanto accaduto nel 2022. Il condizionale resta d'obbligo, ma è chiaro che questa presenza può trasformarsi in una Hypercar nei prossimi mesi.

Due Porsche private regolarmente al via 

Porsche Motorsport avrà due auto private come da programma, in scena con JOTA e Proton Competition. Il brand tedesco è l'unico che avrà due LMDh non ufficiali ai nastri di partenza, una presenza che difficilmente vedremo sin dall'opening round in quel di Sebring.

Da rimarcare con Proton la presenza di Gimmi Bruni, italiano che finalmente raggiunge la top class. Il campione 2022 dell'European Le Mans Series, vincitore in GTE PRO dell'ultima 24h Le Mans, è atteso per una nuova sfida dopo il lunghissimo impegno tra in GTE.

LMP2, una presenza all'ombra delle Hypercar

Il 2022 sarà un anno particolare per il FIA WEC e per la classe LMP2 che dal 2024 dovrebbe sparire. Il 2023 dovrebbe di conseguenza essere l'ultima presenza nel Mondiale Endurance per una classe che negli ultimi anni è stata sempre protagonista.

JOTA torna al via con una vettura, PREMA raddoppia con due auto dopo aver primeggiato nell'ultima stagione nell'European Le Mans Series. Inter Europol Competition è iscritta in compagnia di Vector Sport che come già detto ha stretto nelle ultime settimane un programma con Isotta Fraschini.

Due Oreca verranno schierate da WRT, una scelta condivisa con United Autosports e Alpine. La casa francese torna in LMP2 per una stagione dopo la chiusura del programma 'LMP1'. Il costruttore che milita anche in F1 rientrerà tra le Hypercar nel 2024 con un'inedita LMDh.

Ultima danza per le GTE nel WEC 2023

Il 2023 segnerà l'ultimo anno delle GTE prima dell'ingresso delle GT3 nel FIA WEC. La classe PRO non sarà più nella lista del Mondiale che l'anno prossimo avrà un evento supplementare in calendario rispetto al 2022 in Portogallo.

Ferrari, Corvette, Aston Martin e Porsche chiuderanno l'epoca delle GTE, TF Sport si ripresenta al via con una vettura. D'Station Racing e Northwest AMR sono gli altri team presenti con una Vantage AMR, mentre è da segnalare il passaggio di Iron Lynx da Ferrari a Porsche.

Il brand tedesco tornerà anche con Project 1, GR Racing e Proton Competition, team che come JOTA avrà un doppio impegno tra Hypercar ed un'altra classe. AF Corse rappresenterà Ferrari, Corvette Racing debutta in GTE-AM con il campione in carica Ben Keating.

Pierre Fillon, Presidente dell'Automobile Club de l'Ouest, ha mostrato la sua soddisfazione affermando: “Il FIA World Endurance Championship sta per iniziare una delle sue stagioni più emozionanti di sempre. Sette costruttori si schierano sulla griglia Hypercar da 13 vetture. La stagione comprende la 24 Ore del Centenario di Le Mans, attesa con impazienza dagli appassionati di sport motoristici di tutto il mondo. Ci vediamo a Sebring l'11 marzo per il prologo di questa fantastica stagione”.

Luca Pellegrini