Credits: GASGAS Media
Credits: GASGAS Media

Il mondiale delle ruote tassellate fa tappa, per la prima volta nel 2024, in Italia. Nel MXGP di Sardegna non sono di certo cambiati gli equilibri visti nei primi due appuntamenti della stagione. Jorge Prado conquista la seconda tripletta consecutiva, lasciando agli avversari solamente le briciole. A salire sul podio, anche se distanti, sono Tim Gajser e Jeffrey Herlings.

Jorge Prado su un altro pianeta, primo podio per Jeffrey Herlings

Quello di Jorge Prado all'inizio della stagione 2024 è un dominio che nell'ultimo biennio non si era probabilmente mai visto, se non all'inizio del 2022 con Tim Gajser. Lo spagnolo di GASGAS vince entrambe le manche del MXGP di Sardegna senza mai mettere in dubbio i successi: vittorie che, insieme alla manche di qualifica conquistata nella giornata di Sabato, portano il pilota di Lugo alla 2ª tripletta consecutiva dopo quella di Arroyomolinos. Il solito scatto fulmineo da parte del tre volte iridato gli ha permesso di prendere la testa in entrambe le manche fin dalle prime battute e staccando gli avversari grazie ad una guida chirurgica ed elegante alla quale ci ha ormai abituati. 

L'unico in grado di mettere qualche dubbio al campione del Mondo in carica è stato Jeffrey Herlings. L'olandese sta continuando il proprio percorso di crescita proprio come dodici mesi fa, migliorando visibilmente la propria condizione gara dopo gara. Il pilota KTM è stato decisamente più combattivo in Gara 2, dimostrando di essere l'unico in grado di tenere la coda alla MC 450 F con la tabella rossa. Nonostante non abbia mai provato un attacco, Herlings ha fatto vedere dei progressi tangibili sul terreno sabbioso che da sempre predilige. Purtroppo, la caduta al 8° giro della corsa ha fatto sì che la tabella #84 perdesse la piazza d'onore ai danni di Tim Gajser, 2° classificato in entrambe le manche ma mai in grado di impensierire Prado. Per Herlings c'è la 3ª posizione in entrambe le manche che vale il gradino più basso del podio nel Gran Premio: il primo podio della stagione.

Pauls Jonass continua a stupire, Romain Febvre raddrizza il weekend

Non ci sono dubbi su chi sia il miglior pilota privato in 450cc: se nel passato biennio questo onore è spettato a Calvin Vlaanderen (ora ufficiale Yamaha, ndr), adesso questo ruolo è di Pauls Jonass. Il pilota Standing Construct Honda, compagno dell'infortunato Alberto Forato, è 4° nel MXGP di Sardegna al termine di due manche decisamente solide e senza sbavature. Il lettone è stato in grado di sfruttare gli errori da parte degli avversari, continuando così un'annata al di sopra delle aspettative. A chiudere la top 5 c'è Romain Febvre in sella alla Kawasaki: il pilota francese può ritenersi soddisfatto in un fine settimana che sembrava rovinato dal ritiro nella manche di qualifica, che lo ha condannato all'ultima scelta del cancelletto. Nonostante delle fasi di partenza rocambolesche, il cavaliere di Akashi ha saputo farsi strada tra gli avversari, arrivando rispettivamente 6° e 5°.

Se per i due piloti citati pocanzi si è parlato di due manche all'insegna della regolarità, lo stesso non si può dire per Glenn Coldenhoff. L'esperto pilota Fantic conquista il 6° posto assoluto in una Domenica piuttosto altalenante nel MXGP di Sardegna. Decisamente più convinto nella prima manche, il 4° posto di frazione non è stato confermato in una Gara 2 di grande fatica per l'olandese. Deludente Calvin Vlaanderen, il quale sta faticando nell'adattamento alla nuova Yamaha e probabilmente sente anche la pressione di essere l'unico pilota titolare rimasto, visti gli infortuni di Maxime Renaux e Jago Geerts. Jeremy Seewer continua a faticare nella nuova avventura con Kawasaki: nonostante il holeshot in Gara 1, la caduta non ha permesso allo svizzero di lottare per le posizioni di testa. Ottimo debutto stagionale per Brian Bogers, arrivato 9° in sella alla Fantic prendendo così il posto di Roan Van De Moosdijk: l'ex Husqvarna in MX2 è invece passato in Honda HRC per prendere il posto dell'infortunato Rubén Fernández.

MXGP | I risultati di Riola Sardo

MX2 | Kay de Wolf fa tre su tre e guida la doppietta Husqvarna

Così come Jorge Prado in 450cc, anche Kay de Wolf vince il MXGP di Sardegna classe MX2 e completa continua così la striscia positiva iniziata in Argentina e continuata in Spagna. A differenze dell'iridato MXGP, de Wolf non ha vinto entrambe le manche di Riola Sardo. In Gara 1, infatti, la tabella rossa si è vista insidiata dal compagno di tenda Lucas Coenen. Il belga era in piena lotta per la vittoria assoluta, forte del successo nella prima manche: purtroppo per il giovane di Husqvarna, una caduta gli ha impedito di andare a riprendere il pari-marca e lottare così per il successo assoluto. Coenen deve così “accontentarsi” di chiudere la doppietta Husqvarna, in un mondiale che sta certamente sorridendo alla casa austro-svedese. I due sono i maggiori specialisti del terreno sabbioso presenti in MX2 ed hanno fatto la differenza per tutta la durata del weekend, ma de Wolf ha dimostrato una crescita esponenziale nei terreni più duri come Villa la Angostura e Arroyomolinos.

Credits: Husqvarna Media | Kay de Wolf

Triumph a podio con McLellan, Andrea Adamo squalificato da Gara 2

Dietro alla doppietta Husqvarna nel MXGP di Sardegna c'è, ancora una volta, Triumph. Il brand inglese, almeno nel mondiale, continua a stupire con il secondo podio in soli tre Gran Premi. Questa volta non è Mikkel Haarup a salire sul podio (7° nella generale, ndr), bensì il compagno di squadra Cadmen McLellan. Il pilota sudafricano si è dimostrato molto veloce sulla sabbia sarda, conquistando quello che è il suo primo podio di carriera in MX2. Per quanto la tabella #8 possa aver meritato di salire sul gradino più basso del podio, la 3ª posizione era stata conquistata da Andrea Adamo. Il campione del Mondo in carica, dopo il 4° posto di Gara 1, aveva terminato la manche decisiva in 3ª piazza dietro solo alle due Husqvarna. Poco dopo, però, Infront ha preso la decisione di squalificare il siciliano di KTM. Il motivo è semplice: Adamo è stato costretto a passare per la pit-lane dopo un'uscita di pista non inquadrata. Il problema è che il pilota ufficiale di Mattighofen non si è fermato, violando così il regolamento. Dal 3° posto “in pista”, Adamo è precipitato al 12° posto del MXGP di Sardegna, perdendo così 20 punti che potrebbero rivelarsi fondamentali in chiave iridata. 

In una Domenica piuttosto strana per la MX2, il 4° posto assoluto lo ha conquistato Simon Längenfelder. A differenza dei primi due round, il tedesco di GASGAS non è parso in forma, specialmente all'uscita dal cancelletto. Le partenze hanno condizionato le manche della tabella #516, ma Längenfelder non ha dimostrato un ritmo così brillante in nessuna delle gare. Liam Everts chiude la top 5 davanti ad un Rick Elzinga finalmente convincente e prima Yamaha al traguardo davanti a Thibault Benistant (8°). Sacha Coenen, gemello di Lucas e pilota KTM, ancora una volta ha dimostrato di avere delle ottime partenze, anche se poi il ritmo gara non è dei migliori. Decimo il rookie di GASGAS Marc-Antoine Rossi. 

MX2 | I risultati di Riola Sardo

Valentino Aggio

Leggi anche: MXGP | Spagna: Jorge Prado pigliatutto, è tripletta a Madrid

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi