FX Racing Weekend 2024 | Live Streaming Gare - Varano 14 Aprile (pomeriggio)

Kalle Rovanperä detta il ritmo al termine del day-1 del Rally d'Estonia, 7ma tappa del FIA World Rally Championship 2022. Il finlandese, abile ad approfittare del meteo nell'ultima tappa di giornata, precede di 11.4 secondi il gallese Elfyn Evans. Hyundai insegue con l'idolo locale Ott Tanak, attualmente terzo a +44.3 dal leader.

Rally Estonia day-1: Evans e Tanak partono forte

Elfyn Evans ha iniziato nel migliore dei modi la giornata prendendo il primato nella SS2 e nella SS3, i primi veri impegni dell'evento dopo la speciale che abbiamo vissuto giovedì sera. L'irlandese Craig Breen (Ford/M-Sport) ha ceduto il passo alla Yaris #33 del vice-campione del mondo, abile a respingere ogni ipotetico assalto del padrone di casa Ott Tanak con la prima delle Hyundai. 

Terzo posto dopo le prime speciali per Kalle Rovanperä, abile a limitare i danni nonostante lo scomodo ruolo di 'apripista'. Il padrone del Mondiale ha accusato un gap di 15 secondi, 1.6 in più del già citato Breen. 

Evans allunga, Breen out

La mattinata è continuata nel peggiore dei modi per Breen, out con la propria 'Puma' durante 'Raanitsa 1'. Una curva verso sinistra ha tradito l'irlandese, mentre Evans continuava la sua lenta progressione su Tanak e Rovanperä, rispettivamente a +10.5 ed a +16.9 nella graduatoria overall.

La SS5, ultimo impegno della prima parte del day-1, non ha modificato la graduatoria generale con il gallese di Toyota che ha saputo mantenere un discreto margine sulla concorrenza. Segnaliamo infatti i 18.7 secondi di Rovanperä ed i 22.5 di Tanak, leggermente in difficoltà nel primo passaggio nei 6 chilometri e 7 del Vastsemõisa 1. Già più attardato il belga Thierry Neuville (Hyundai), fermo al quarto posto con +40 secondi dalla vetta

Rally Estonia day-1: Evans non sbaglia ed allunga, Neuville perde terreno

Evans ha ripreso a marciare con un passo irraggiungibile da parte dei rivali. Ottimo ritmo da parte del britannico che ha portato a +19.9 il suo gap su RovanperäLa SS6 ha messo a dura prova i protagonisti in seguito ad una sede stradale umida in svariati punti. La complessa situazione ha danneggiato specialmente casa Hyundai con Neuville che lasciava i 24.3 km della Peipisääre 2 con ben 58.9 secondi di scarto dalla testa.

La SS7 ha visto il deciso allungo da parte delle Toyota con Evans che doveva vedersela con un'ipotetico assalto di Rovanperä, semplicemente perfetto nei 17 km della Mustvee 2. Il finnico si è portato a 14.4 secondi dal teammate, mentre Tanak restava saldamente terzo davanti a Neuville.

Toyota sempre in vetta anche sul bagnato, ma Rovanperä passa al tpp

Anche sul bagnato non sono cambiate le carte in tavola con le due Toyota ufficiali sempre al comando delle operazioni con un discreto margine sui rivali. Il 21enne finnico ha abbassato il proprio margine a 10 secondi, mentre Evans non prendeva rischi e manteneva il primato delle operazioni. 

La SS8 è stato un'antipasto della SS9, ultimo impegno del venerdì che visto un nuovo forcing da parte di Rovanperä. Il #69 del gruppo si è ritrovato in cima al termine della giornata, la pioggia ha modificato le carte in tavola danneggiando Evans che ha dovuto cedere 22 secondi. Il gallese si è ritrovato a +11.7 dal compagno di squadra nella classifica overall, mentre Ott Tanak tagliava il traguardo in terza piazza nonostante un problema con il vetro.

Il secondo insidioso passaggio sulla Vastsemõisa 2 non ha mancato di regalare dei colpi di scena con un doppio problema per Ford. Il britannico Gus Greensmith ha infatti perso terreno dopo un contatto con delle rocce, mentre il francese Pierre-Louis Loubet si ribaltava dopo un errore al termine di un salto. I tanti tifosi presenti hanno aiutato il portacolori di M-Sport a ripartire, una missione impossibile senza l'ausilio degli appassionati.

Appuntamento a domani per altre otto frazioni da non perdere

Luca Pellegrini