F1 | GP Ungheria 2024 - Commento LIVE Qualifiche

Nella terra di Wolfgang Amadeus Mozart, Francesco Bagnaia conquista il quinto successo stagionale in MotoGP al GP d'Austria. Non sarà certo un compositore, ma è certo che il campione del mondo in carica le ha suonate ai propri avversari. KTM conclude il GP di casa con la 2ª posizione di Brad Binder, mentre Marco Bezzecchi chiude il podio.

ANCORA BAGNAIA-BINDER: FOTOCOPIA DELLA SPRINT

È il secondo successo consecutivo per Francesco Bagnaia in MotoGP al GP d'Austria. Una prova davvero impeccabile per il pilota Ducati: dopo una buona partenza, Bagnaia ha piegato la resistenza di Brad Binder giro dopo giro, facendo così accontentare il sudafricano della piazza d'onore. Una gara che, per come si è sviluppata, ha ricordato molto la Sprint di Sabato pomeriggio. Bagnaia, grazie alla doppietta del Red Bull Ring, aumenta ancora una volta il proprio vantaggio in classifica iridata. Ora il pilota piemontese ha ben 62 lunghezze di vantaggio su Jorge Martín. Oltre alla vittoria, quello in MotoGP al GP d'Austria rappresenta il 50° podio per Bagnaia nel Motomondiale: giusto uno in più rispetto alle sinfonie di Mozart, il quale si è fermato a 49.

IL DUO VR46 RACING TEAM BEFFA ÁLEX MÁRQUEZ

Se il duo formato da Bagnaia e Binder era semplicemente irraggiungibile, la lotta per il podio in MotoGP al GP d'Austria è stata piuttosto accesa. Il duo Mooney VR46 Racing Team è stato in grado di recuperare Álex Márquez, a lungo sul gradino più basso del podio dopo una prima parte di gara davvero competitiva. Lo spagnolo di Gresini Racing si è trovato nelle primissime posizioni fin dall'inizio della corsa, mentre Marco Bezzecchi e Luca Marini sono arrivati dopo una bella progressione. Il #72 ha passato più di qualche giro dietro al più giovane dei fratelli Márquez, faticando a superarlo in staccata. Una volta che ci è riuscito, Bezzecchi ha facilmente staccato il compagno di marca, lasciato così alle grinfie di Marini. Maverick Viñales e Jorge Martín chiudono rispettivamente al 6° e 7° posto, col pilota Ducati in rimonta dopo il Long Lap Penalty scontato ad inizio gara.

CHE LOTTA PER LA TOP 10! FINALMENTE MARC MÁRQUEZ ALL'ARRIVO

Se le prime sette posizioni sono rimaste piuttosto plafonate, la lotta per la top 10 MotoGP al GP d'Austria è stata serratissima. Alla fine, il titolo di "best of the rest" se lo aggiudica Fabio Quartararo, che porta la sua Yamaha in 8ª posizione. Il pilota Yamaha ha superato tutti gli avversari del gruppone nonostante un mezzo decisamente inferiore agli altri. L'Aprilia di Aleix Espargaró e la Ducati di Enea Bastianini chiudono la top 10, con il pilota di Riccione in netta crescita con il passare delle gare. Un buon 11° posto per Franco Morbidelli, per nulla lontano dal compagno di box.

Finalmente in MotoGP al GP d'Austria torna a vedere la bandiera a scacchi Marc Márquez, che chiude 12° al Red Bull Ring. Il pilota Honda si è destreggiato piuttosto bene nel gruppo e, nonostante fosse l'unico pilota in griglia ad aver montato la Soft al posteriore, ha portato a casa un risultato discreto. Era dal Gran Premio di Malesia dello scorso anno che l'otto volte iridato non finiva un Gran Premio. Johann Zarco termina una gara disastrosa al 13° posto davanti alla GASGAS di Augusto Fernández. Jack Miller, transitato in terza posizione al primo giro di corsa, chiude la zona punti al 15° posto.

MOTOGP | GP AUSTRIA: I RISULTATI DELLA GARA

Credits: MotoGP Website

Valentino Aggio

Leggi anche: MOTOGP | GP AUSTRIA, BAGNAIA DOMINA LA SPRINT: “GLI AGGIORNAMENTI HANNO FUNZIONATO”