Salvatore Tavano in azione a Pergusa con la Cupra del team Il Girasole
Salvatore Tavano vince gara 1 del TCR Italy a Pergusa. Credits acisport.it

Il circuito siciliano di Pergusa è stato il palcoscenico di gara-1 del secondo round stagionale del TCR Italy. Nella classe Sequenziale, Salvatore Tavano ha resistito agli attacchi vincendo d’autorità, al termine di una corsa condizionata in parte dall’ingresso della Safety Car. Tuttavia, la classifica è stata messa sub judice, ed il pilota della scuderia Il Girasole ha perso la prima posizione. Il TCR DSG è invece conquistato dall'Audi del giovane Luca Verdi, autore della pole position.

Tavano fa sua gara-1 del TCR Italy Sequenziale ma è stato penalizzato

Tavano si è aggiudicato la vittoria con la nuova Leon VZ dopo essere partito dalla pole, ma non è stata una passeggiata. Il veterano della scuderia Il Girasole è stato costantemente sotto attacco, in primo luogo da Nick Taylor. Il canadese, partito in prima fila accanto a Tavano, ha tentato ogni possibile mossa per agguantare la prima posizione, ma la Safety Car, resasi necessaria per i detriti e la ghiaia in pista, lo ha fatto desistere. Alla ripartenza, il siciliano è finito fuori pista all’ultima variante, costringendo Taylor ad alzare il piede per non superarlo prima del traguardo. Il portacolori PMA Motorsport ha perso due posizioni, scivolando in quarta posizione.

L’errore di Taylor è stata l’occasione d’oro per Nicola Baldan, il quale ha provato ad insidiare la leadership di Tavano. Ma il pilota di Aikoa Racing ha dovuto accontentarsi della piazza d’onore. Chiude il podio Michele Imberti, abile a resistere agli attacchi di Taylor negli ultimi minuti.

Junjui Park è stato un’altra “vittima” della safety car. Il sudcoreano dell’Indigo racing è rimasto in piena lotta per il podio in quinta piazza, ma la confusione del restart gli è costata tre posizioni, scivolando ottavo dietro a Ruben Volt, Junesung Park e Matteo Poloni.  Kim Hwarang, pilota coreano del team Target, ha chiuso in nona posizione assoluta, con l’ungherese Losonczny Levente a chiudere la top ten. Non ha finito la gara Alex Ley, grande protagonista del primo appuntamento di Misano. Il britannico del team Target ha subìto la rottura della sospensione posteriore nel bel mezzo della bagarre.

classifica di gara 1 del TCR Italy
Classifica di gara 1 del TCR Italy Sequenziale a Pergusa. Credits acisport.it

La classifica finale di gara-1 del TCR Italy Sequenziale a Pergusa potrebbe non essere definitiva. La direzione gara ha messo la classifica sub judice, a causa di alcune irregolarità emerse nella ripartenza dopo il regime di safety car. La prima “vittima” di questa vicenda è stata proprio Tavano, penalizzato di 5" per aver rallentato eccessivamente appena dopo essere uscito di pista e rientrato. Il siciliano è stato quindi retrocesso al quinto posto, ma il suo team Il Girasole ha presentato ricorso.

Oltre a Tavano, la direzione gara ha penalizzato Michele Imberti, reo di aver superato Nick Taylor quando la corsa era ancora neutralizzata. A seguito delle decisioni “arbitrali”, Nicola Baldan ha ottenuto la vittoria a tavolino, con Taylor e Volt a completare il podio. Ma l'esito dell'appello potrebbe ribaltare di nuovo la situazione.

Luca Verdi, performance maiuscola nel TCR DSG

A Pergusa è andata anche in scena la gara 1 del TCR DSG. Il poleman Luca Verdi ha distanziato la concorrenza a suon di giri veloci e si è aggiudicato il primo posto di grande autorità. La lotta vera è stata per la seconda posizione, con protagonisti Alessandro Alcidi, Paolo Silvestrini e Mattia Lancellotti, finiti poi in quest'ordine. Matteo Roccadelli, brillante vincitore di Misano, si è dovuto fermarsi per un problema tecnico dopo pochi minuti, episodio che ha spinto la direzione gara a portare in pista la safety car.

la classifica della TCR DSG a Pergusa
La classifica della TCR DSG a Pergusa. Credits acisport.it

Il TCR Italy è pronto per tornare in azione a Pergusa per gara-2. La partenza della classe Sequenziale è alle 14.55, mentre la DSG scatterà alle 15.55.

Riccardo Trullo

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi