FX Pro Series 2024 | Live Streaming Grid Walk & Race 2 - Misano 23 Giugno

Diciassettesima vittoria stagionale per Max Verstappen, cannibale di questo mondiale F1 2023. Dopo aver conquistato il successo nella Sprint Race di ieri, l'olandese si è ripetuto anche oggi nella gara lunga del GP del Brasile. Ancora una prestazione sontuosa da parte del tre volte campione del mondo, con un ottimo Lando Norris ancora una volta secondo alle sue spalle.

ALONSO RITORNA SUL PODIO

Sigillo numero 52 per Verstappen, ora ad un solo GP di distanza da Sebastian Vettel nella classifica delle vittorie in F1 di tutti i tempi. Nessuno ha potuto fermare il pilota Red Bull, nemmeno un timido tentativo di Norris nelle fasi iniziali prima di prendere definitivamente il largo.

Ancora un secondo posto per l'inglese della McLaren, bravissimo in partenza a portarsi immediatamente dalla sesta alla seconda piazza. Ancora una volta il migliore alle spalle del solito Verstappen.

A completare il podio ci ha pensato però Fernando Alonso, vero eroe di giornata. Il pilota spagnolo si è reso protagonista di una fantastica lotta per la terza posizione con Perez, che si è decisa al fotofinish. Dopo esser riuscito a tenere dietro il messicano per quasi metà gara, la lotta si è accesa negli ultimi due giri. Perez è riuscito a passare ma Alonso gli ha risposto all'ultimo giro, con i due che sono poi arrivati in volata sul traguardo. Un risultato straordinario per l'asturiano e per l'Aston Martin, che tornano sul podio dopo il secondo posto ottenuto in Olanda. A completare la buona giornata del team inglese ci ha pensato anche Lance Stroll, quinto alle spalle di Perez, che ha pagato un distacco di 34 secondi da Verstappen.

GARA DIFFICILE PER FERRARI E MERCEDES

Sesta posizione per Carlos Sainz, con l'unica Ferrari giunta al traguardo. Il pilota spagnolo ha mostrato un buon passo soprattutto con gomma media nel secondo stint, quando è riuscito a scavalcare entrambe le Mercedes. In seguito, però, lo spagnolo non è riuscito a mostrare la stessa competitività alle spalle di Stroll, mai più ripreso. Gara mai iniziata invece per Charles Leclerc, fuori nel giro di formazione per un problema idraulico che gli ha fatto perdere il controllo della monoposto, finendo contro le barriere. Un vero peccato data la seconda posizione di partenza e vista la scarsa competitività mostrata da parte della Mercedes, contro la quale la Ferrari ha recuperato solo 4 punti.

Esattamente come ieri, anche oggi le Mercedes hanno accusato problemi importanti sul passo gara. George Russell è stato richiamato ai box per ritirarsi al giro numero 57, mentre Lewis Hamilton non è riuscito ad andare oltre l'ottavo posto, superato agilmente anche da Pierre Gasly, settimo al volante dell'Alpine.

Ancora a punti l'AlphaTauri con Yuki Tsunoda, nono al traguardo davanti all'altra Alpine di Esteban Ocon. Da segnalare l'interruzione della corsa già nel corso del primo giro, con un contatto in partenza che ha visto protagonisti Alex Albon e le Haas, con il pilota Williams e Kevin Magnussen costretti al ritiro.

Dopo la chiamata in pista della safety car è stata esposta la bandiera rossa con la corsa che è ripresa dopo circa 30 minuti. Ad essere sfortunati in questa situazione anche Daniel Ricciardo ed Oscar Piastri, che avevano riportato danni in partenza e costretti a scattare dalla pit lane con un giro di ritardo. Davvero un peccato soprattutto per il pilota AlphaTauri, che ha poi messo in atto un ritmo davvero impressionante.

Con la tappa brasiliana in archivio la F1 tornerà in pista tra 2 settimane per il penultimo appuntamento a Las Vegas, tappa inedita di questo mondiale. Riuscirà Verstappen a vincerle entrambe?

Immagine

Carlo Luciani