Dopo una settimana di stop la MXGP torna in grande stile con il GP di Portogallo. Sul tracciato di Águeda non c'è storia nella classe 450 con Jorge Prado che vince il primo Gran Premio stagionale, nonché il primo della storia di GasGas. Lo spagnolo conquista quindi la terza vittoria consecutiva sul tracciato portoghese, dopo i successi del 2018-19 in MX2.

Nonostante un inizio di stagione perfetto si deve arrendere Tim Gajser, autore di una prima manche sorniona. La tabella rossa chiude in terza posizione Gara1 (QUI i risultati), dopo una prima metà di gara non troppo competitiva. Gajser, dopo aver trovato il ritmo, ha perso molto tempo nel sorpasso delle due Yamaha. Lo sloveno si aggiudica però Gara2 (QUI i risultati), davanti a Prado e Coldenhoff.

Sul podio al ritorno Brian Bogers, terzo classificato e autore di una seconda posizione strepitosa in Gara1. L'olandese di Husqvarna conquista così il primo podio assoluto nella classe regina, dopo anni di infortuni. Il campionato continua a sorridere a Gajser, lo sloveno ha infatti ben 21 lunghezze su Prado, mentre perde inevitabilmente strada Renaux.

FINALMENTE PRADO!

Jorge Prado è sembrato l'unico in grado di contrastare il dominio di Gajser in questa prima parte di stagione MXGP, ma gli è sempre mancato qualcosa, fino al Portogallo. Nella prima manche il #61 ha letteralmente dominato, prendendo la testa nelle prime fasi e non guardandosi più indietro. L'unico a mettere pressione allo spagnolo è stato Bogers, competitivo anche in Portogallo dopo aver saltato il GP  di Argentina. Nella seconda manche invece Prado ha dovuto piegarsi alla tabella rossa a metà gara circa.

HUSQVARNA: SEMPRE PIÙ UNA CERTEZZA

La Husqvarna è protagonista di una stagione davvero solida fino a questo momento in MXGP: sia in Argentina che in Portogallo il marchio di proprietà KTM si sta regalando moltissime soddisfazioni. In Portogallo arriva finalmente il primo podio in MXGP per Brian Bogers, che già era salito sul gradino più basso del podio in Gara2 a Mantova. Può sorridere anche Pauls Jonass, autore di un 7° e un 5° posto che certamente fanno morale. Il lettone non è sembrato competitivo come in Patagonia ed ha sofferto negli ultimi minuti di gara, quando si è fatto fregare proprio dal compagno di tenda in Gara2.

YAMAHA: ECCO COLDENHOFF! DISASTRO PER RENAUX

In Portogallo Yamaha può finalmente ritrovare un Glenn Coldenhoff competitivo. L'olandese, dopo la pole position del sabato, ha condotto due ottime gare, molto costanti, che gli sono valse un 4° ed un 3° posto. Non male anche Jeremy Seewer, beffato da Coldenhoff in Gara1, ha però commesso un errore in Gara2. L'olandese è caduto, chiudendo così solo in settima posizione.

Questo weekend si sono rovesciate le tendenze dei primi tre round: Maxime Renaux è infatti la Yamaha meno competitiva. L'iridato MX2 ha faticato durante il corso di tutto il weekend, commettendo spesso errori e non risultando mai competitivo. Per il #959 arrivano solo due undicesimi posti e la perdita del secondo posto in campionato.

BUON WEEKEND PER FORATO

Alberto Forato è stato autore di un altro ottimo weekend, dopo la debacle dell'Argentina. Il #303 chiude infatti al 9° posto nella classifica generale grazie ad un'ottima Gara2. L'italiano è 8° nella seconda manche, confermandosi in top 10 dopo il 10° posto della prima gara. Meno brillante rispetto al solito è Rubén Fernández, che dopo la caduta nella gara di qualifica ha limitato i danni, conquistando un 8° posto generale.

MX2: GEERTS CADE, VIALLE RINGRAZIA E VINCE

In MX2 il GP del Portogallo segna il primo errore stagionale da parte di Jago Geerts. La tabella rossa di Yamaha cade nel corso di Gara1, dovendo così recuperare dalla 22^ posizione fino al 9° posto. Nella seconda manche il belga si vendica, vincendo e convincendo, ma non è bastato. Infatti il vincitore è Tom Vialle, autore di una Gara1 da favola, vinta di poco su un competitivo Mikkel Haarup (Kawasaki). Nella seconda manche il francese di KTM non riesce a tenere il passo di Geerts, accontentandosi così del secondo posto. Proprio Haarup, giunto terzo in Gara2, soffia il secondo gradino del podio nella generale a Geerts, che perde così 10 punti in classifica su Vialle.

Credits: KTM Media | Tom Vialle

Quarta posizione assoluta nella classe propedeutica della MXGP al GP di Portogallo per Kay De Wolf. Il pilota Husqvarna è competitivo nonostante la grossa botta subita in Argentina. il #74 si porta a casa il terzo posto nella prima manche, seguito dal 7° in Gara2. Buon weekend anche per i colori azzurri: Andrea Adamo chiude 6° nella generale, forte di un 5° ed un 7° posto. Mattia Guadagnini è invece ottavo: il pilota GasGas è partito benissimo in Gara1, ma è caduto nella curva successiva. Il #101 è finito per terra anche nelle ultime fasi della prima manche, finendo solo 12°. Decisamente meglio Gara2, nella quale Guadagnini si è aggiudicato il 5° posto.

Valentino Aggio Leggi anche: MXGP | GP ARGENTINA: GAJSER VINCE ANCORA

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi