Credits: Ferrari Media Center
Credits: Ferrari Media Center

La Formula 1 non si ferma mai e dopo il ritorno a Shanghai l'attenzione del Circus è tutta rivolta per l'appuntamento di Miami del prossimo fine settimana. Un Gran Premio che avrà un sapore speciale per la Ferrari: non solo per la voglia di rivalsa dopo il GP Cina, ma anche per la celebrazione dei settanta anni del Cavallino Rampante negli Stati Uniti d'America.

Torna l'azzurro sulla Rossa di Maranello

E proprio alla prima tappa nordamericana della stagione presso l'Hard Rock Stadium che la Scuderia presenterà una livrea speciale sulla SF-24 con il ritorno dell'azzurro, uno dei colori storici per la Ferrari che sarà visibile sulla monoposto di Leclerc e Sainz in due tonalità. La prima è l'Azzurro La Plata, un colore chiaro usato sulle tute dei piloti del Cavallino negli anni 60 e in particolare da Niki Lauda al suo primo anno in Ferrari (insieme ai meccanici di Maranello).

Meccanici Ferrari Colore Blu
Credits: Ferrari Media Center

Il secondo è l'Azzurro Dino, più acceso e carico, che venne usato negli anni 70 da piloti come Arturo Merzario e Clay Regazzoni: il pilota svizzero fu l'ultimo a vestire il colore blu del Cavallino nel 1974. Da lì in poi, la Scuderia ha usato sempre il rosso per le tute dei piloti, salvo qualche eccezione.

L'omaggio e il precedente

La livrea speciale e la scelta cromatica che vedremo sulla monoposto a Miami segnerà anche l'omaggio della Ferrari al mondo racing USA. L'ultima volta che abbiamo visto una “Rossa blu” fu nel Mondiale di F1 1964 quando, nelle ultime due gare di Watkins Glen e Città del Messico, il classico Rosso della Scuderia lasciò spazio ai colori bianco e blu delle vetture iscritte dalla North American Racing Team (N.A.R.T.) fondata dall'ex-pilota Luigi Chinetti

Tale mossa non fu altro che una pressione politica di Enzo Ferrari che protestò contro la Federazione per la mancata omologazione della 250 LM, vettura da gara con motore centrale che poi disputò e vinse la 24 Ore di Le Mans del 1965. Con quella colorazione, John Surtees conquistò due secondi posti che gli consentirono di vincere il Campionato Piloti di quell'anno per un solo punto sul connazionale Graham Hill con la BRM. 

John Surtees Ferrari N.A.R.T. F1 1964
Credits: Ferrari Media Center

Il programma

La serie di eventi per celebrare il brand negli USA partirà il 28 aprile nella Cavalcade International di Nashville, dove 70 modelli Ferrari da tutto il mondo cominceranno il loro percorso attraverso i panorami del Tennessee e della Florida per arrivare all'Ocean Drive di Miami il 1 maggio. Il 2 maggio, invece, si terrà al Miami Beach la world premiere di un nuovo modello.

Il 5 maggio, giornata di gara al GP Miami, verranno portate in pista due 296 GTS con le colorazioni azzurre per un giro d'onore. Per maggiori informazioni sulla serie di eventi celebrativi della Ferrari a Miami e sulla storia del brand e del suo color azzurro in America, visitate il sito dell'azienda presso questo collegamento.

Andrea Mattavelli

LiveGP.it è la storia di un piccolo sogno divenuto realtà. Un progetto partito da un foglio bianco nel Novembre 2012 e cresciuto, giorno dopo giorno, fino a diventare un vero e proprio network a 360° operativo nel mondo del Motorsport.

LiveGP.it è una Testata Giornalistica registrata presso il Tribunale di Milano in data 27/04/2016 al numero 134. Proprietario e editore: Marco Privitera. P.IVA 08976770969 © Copyright LiveGP.it 2012-2024

Contact us: [email protected]

Powered by Slyvi