Nella gara del National Trophy 1000 valida per il round 3 del Campionato sotto l’egida del CIV, la vittoria va a Federico D’Annunzio che vince una gara fermata due volte dalla bandiera rossa per le cadute di tre piloti. Secondo Ivan Goi con la Panigale V4 e terzo Luca Salvadori. Out le Panigale V4 di Conforti (poleman) e La Marra (secondo in griglia). Prossimo appuntamento del National a Misano il 29 luglio.

Premessa

Dopo le QP2 di ieri pomeriggio, Luca Conforti (Barni Ducati) regala alla Panigale V4 la prima pole position stagionale davanti al suo compagno di marca Eddi La Marra ed alla Yamaha R1 del team J Angel guidata da Simone Saltarelli, al debutto dopo la rescissione consensuale dal team CM Racing Kawasaki (come Riccardo Russo). Attenzione però alle tre BMW di D’Annunzio, Salvadori e Polita, subito dietro in seconda fila. Riuscirà la Panigale V4 a centrare la prima vittoria?

La gara

In partenza è Saltarelli a bruciare tutti dalla P3 e presentarsi per primo alla Variante del Tamburello seguito da La Marra e Conforti, poi Lanzi e Salvadori che mantiene la sua P5 come in qualifica.

Nemmeno un giro in testa per Saltarelli che deve lasciare strada alle due Panigale V4 di La Marra e Conforti. Ma alla discesa delle Acque Minerali succede il patatrac: La Marra e Conforti si agganciano e volano via. Lanzi passa quindi in testa alla gara seguito da Saltarelli e Salvadori.

Viene data però bandiera rossa per sistemare le barriere nella discesa della Piratella. La Marra e Conforti però sono ok e sulle loro gambe tornano verso i box. 

Quick start procedure e piloti pronti a riprendere la via della pista per affrontare la seconda partenza.

Griglia quindi con Saltarelli da solo in P3, distanza mantenuta di 10 giri e nuova partenza senza le due Panigale V4 di Conforti e La Marra.

Ottimo lo scatto di D’Annunzio che si porta subito al comando seguito da Saltarelli, Goi e Salvadori con la wild card Da Costa in P5.

D’Annunzio prova a scappare inseguito da Saltarelli mentre si è creato un buco tra lo stesso Saltarelli e Goi che si tira dietro Salvadori, con Lanzi e Polita che hanno passato Da Costa.

Alla Tosa Salvadori strappa a Goi la P3 e prova a mettersi all’inseguimento del duo di testa D’Annunzio-Saltarelli ma deve recuperare oltre 2”.

Nell’arco di pochi secondi cadono prima Sgroi, in uscita dalla Variante Bassa, e soprattutto Saltarelli mentre era secondo all’inseguimento di D’Annunzio. 

D’Annunzio ha strada libera davanti e dietro di sé e può scappare via, Salvadori insegue in seconda posizione con 3”3 di ritardo. Luca si tira dietro Goi che a sua volta dietro ha Lanzi, Polita e Castellarin.

Goi trova il sorpasso giusto su Salvadori per riprendersi la P2 mentre dietro c’è una bella lotta tra Lanzi, Polita e Castellarin.

Quando siamo a metà gara la situazione vede D’Annunzio in testa, Goi in seconda posizione e Salvadori subito dietro. Ottimo quarto posto per Polita che si è liberato della compagnia scomoda di Lanzi, Castellarin e Da Costa. Lanzi che è stato passato sia da Castellarin che da Da Costa ed ora è scivolato in P7.

D’Annunzio mantiene la sua leadership solitaria con 3”3 di vantaggio su Goi che si tiene dietro Salvadori. Ottimo Polita in P4 seguito da Castellarin con Da Costa in P6 e Lanzi P7. Dietro se le danno anche per le ultime posizioni della top 10 con Pini che ha passato Marchionni e Paggi.

Seconda bandiera rossa, provocata dalla caduta di un concorrente nelle retrovie con la sua moto rimasta in mezzo alla pista.

Gara che si conclude al 7° dei 10 giri, completati quindi i 2/3 di gara. Vittoria a D’Annunzio su Goi e Salvadori. P4 per Polita davanti a Castellarin, Da Costa, Lanzi, Baggi, Pini, Marchionni.

 

Classifica finale

1. D’Annunzio

2. Goi

3. Salvadori

4. Alex Polita

5. Castellarin

6. Da Costa

7. Lanzi

8. Baggi

9. Pini

10. Marchionni

 

Da Imola – Marco Pezzoni @marcopezz2387

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.