KANSAS CITY, KS - MAY 11: Matt Kenseth, driver of the #6 Wyndham Rewards Ford, walks in the garage area during practice for the Monster Energy NASCAR Cup Series KC Masterpiece 400 at Kansas Speedway on May 11, 2018 in Kansas City, Kansas. (Photo by Sean Gardner/Getty Images)

Matt Kenseth torna al volante di una NASCAR e lo farà al posto di Kyle Larson sulla Camaro #42 del Chip Ganassi Racing. Il 48enne nativo del Wisconsin rientra nella Cup Series con un’importantissima carriera alle spalle. L’ex pilota del Joe Gibbs Racing e del Roush Fenway Racing ha infatti vinto la categoria nel 2003 e le edizioni 2009 e 2012 della mitica Daytona 500.

Dopo l’esperienza di 15 gare sull’auto #6 del Roush Fenway Racing, Kenseth è una vera e propria sorpresa in seguito alla lunghissima vicenda che ha visto protagonista Kyle Larson. L’ex #42 di casa Ganassi è stato infatti licenziato dal team e da Chevrolet oltre ad essere sospeso a tempo indeterminato dalla NASCAR per aver usato un termine razziale durante una competizione sulla piattaforma virtuale di iRacing.

Kenseth ha dichiarato di essere molto sorpreso per questa chiamata che ha definito come un’opportunità inattesa. Il campione della NASCAR Cup Series 2003 ha voluto ringraziare tutti i membri del Chip Ganassi Racing per la proposta.

“Sono entusiasta di lavorare di nuovo con Kurt Busch e non vedo l’ora di tornare su una Chevrolet”. Il nuovo #42 ha infatti iniziato la propria carriera nel lontano 1988 a bordo di una Camaro prima di spostarsi con altri marchi.

Gli impegni di Matt Kenseth con la squadra di Ganassi inizieranno appena vi sarà la possibilità di tornare in pista. Non ci sono informazioni a riguardo anche se, dopo alcuni provvedimenti persi dal governo del North Carolina, non è escluso che la stagione possa ripartire con la Charlotte 600 di fine maggio.

Luca Pellegrini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.